Tris di stelle cadenti nel week end: come osservare le meteore

draconidi 2013

Non prendete impegni per questo week end. A tenere occupate le nostre serate saranno tre sciami di stelle cadenti. In attesa dello spettacolo delle Perseidi di agosto, possiamo cominciare ad allenare gli occhi osservando piogge di stelle minori ma comunque visibili grazie all'assenza della luce della luna.

Si comincia già questa sera con le Aquilidi di luglio, ben visibili la notte tra il 17 e il 18 ma ancora presenti il giorno successivo.

Queste meteore hanno la particolarità di intervallare frammenti molto luminosi ad altri meno visibili.

Spiega l'Uai che il radiante si trova nella porzione di cielo tra la costellazione dello Scudo e il confine orientale della Costellazione dell'Aquila. Armiamoci di pazienza visto che non ci sarà un elevato numero di meteore. Ma ne varrà comunque la pena.

aquar mappa

La notte successiva, quella tra il 18 e il 19 luglio, si raddoppia. Le omicron Draconidi raggiungeranno il picco della loro visibilità. Si tratta di uno sciame di meteore caratterizzato da un radiante diffuso e da attività irregolare. Per individuarlo, basta orientare lo sguardo a NordOvest, in direzione della costellazione del Drago. Queste meteore sono i frammenti della cometa 1919_V Metcalf.

draconidi 2013 mappa

Non è ancora finita. Il tris di stelle cadenti arriva la notte tra domenica 19 e lunedì 20 luglio quando a rincarare la dosa sarà lo sciame delle Psi Cignidi, scie luminose visibili alte sull'orizzonte orientale e sempre più alte col passare delle ore.

cignid

Dove guardare? A guidare il nostro sguardo dovrà essere la costellazione del Cigno, da cui prendono il nome.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

Il cielo di luglio, dalla luna blu alle stelle cadenti

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico