Acqua su Marte: non è più un mistero

immagine

La presenza di acqua su Marte non è più un mistero. quanto si legge in una recente ricerca pubblicata sulla rivista scientifica Icarus. I segni del passaggio dell’acqua "sono evidenti nei numerosi canali che ne incidono la superficie; ciò sta a significare che, durante il periodo glaciale vissuto dal pianeta rosso (circa 3.5 miliardi di anni fa), l’acqua scorreva tra i ghiacciai".

A confermare la tesi firmata Brown University, 15.000 immagini scattate dal Context Camera (CTX), a bordo del Mars Reconnaissance Orbiter della NASA, grazie al quale si è ottenuta una mappatura dettagliata del 40% del pianeta. “Riteniamo che Marte fosse veramente molto freddo e arido. Così siamo stati costretti a riconsiderare la storia dell’acqua sul pianeta”, spiega il professore e geologo, Caleb Fasset.

Tre miliardi di anni fa, sul pianeta, era presente un vasto oceano che ricopriva più di un terzo della superficie. Ma ciononostante, "la certezza della presenza di acqua è rimasta molto limitata".

Almeno fino a quando Fasset ed alcuni suoi colleghi della Portland State University, hanno dimostrato l’esistenza di canali della profondità di 46 metri, i quali percorrevano le vallate presenti, denominate appunto ‘valli glaciofluviali’ (glaciofluvial valleys).

Questi canali, secondo quanto precisato dagli esperti, "avrebbero raggiunto l’interno e l’esterno dei crateri di Marte, quando la debole luce solare ha sciolto un sottile strato di ghiaccio in cima a questi crateri".

E da numerose richerche svolte dalla Boston University, è stato inoltre riscontrato che "simili condizioni si verificano anche sulla Terra". Come "nelle aride valli antartiche, dove le superficie ghiacciata si scioglie in estate".

Federica Vitale

Cerca