Il cielo di marzo: ecco cosa ammirare tra inverno e primavera

cielo marzo

Il cielo del mese di marzo. A cavallo tra le ombre dell'inverno e le luci e i profumi della primavera. Cosa riserverà, dunque, questo mese agli appassionati stargazers di tutto il mondo? Ecco una guida alle costellazioni, ai pianeti, agli asteroidi e alle comete che ci faranno compagnia durante le notti di marzo.

Il momento più atteso è quello che interesserà il passaggio di un asteroide, 163 Erigone, che si avvicinerà in modo impressionante alla stella Regolo. Un evento, questo, che si verifica una volta nella vita di un uomo tanto è raro e importante. Il suo arrivo è previsto per il 20 marzo. Erigone è un asteroide scuro e con una dimensione stimata di 73 chilometri. Sulla base del suo spettro, viene classificato come un asteroide di tipo C, ossia con una probabile composizione carboniosa. Inoltre, si tratta di una roccia spaziale della fascia principale, proveniente dall'omonima famiglia di asterigoni denominata, appunto, Erigone. Questi condividono elementi orbitali e proprietà simili. Fu scoperto dall'astronomo francese Henri Joseph Perrotin il 26 aprile 1876 e prende il nome da uno dei due Erigone della mitologia greca.

Verso la fine del mese, le costellazioni del Leone e dei Gemelli saranno ben visibili due ore prime del previsto. Tuttavia, essendo già in primavera per quei giorni, il tramonto giungerà più tardi e quindi le costellazioni invernali scompariranno rapidamente con il sopraggiungere del crepuscolo.

Splendente nella mappa stellare anche la gigante rossa Arturo, la stella più luminosa del cielo boreale. Insieme alle stelle brillanti degli ultimi scampoli dell'inverno verso ovest, le costellazioni della primavera, Gemelli e Cancro di cui parleremo più avanti, faranno la loro suggestiva comparsa.

Giove si troverà alto a sud-ovest nella costellazione dei Gemelli. Un telescopio rivelerà le bande di colore scuro del pianeta gassoso. Più tardi la sera, Marte sorgerà a est a fargli compagnia e rimarrà visibile durante il resto della notte. Mentre il Leone sarà identificabile al tramonto, seguito da quella della Vergine e da Libra, con il pianeta Saturno ed i suoi anelli in bella mostra dalla mezzanotte fino all'alba.

marzo cielo

Un groviglio di stelle si potrà scrutare ai "piedi" dei Gemelli. Chiamato M35, questo si presenta come un bel gruppo formato da diverse centinaia di stelle. E, come la costellazione del Cancro (spesso identificato con la forma di un granchio o di un gambero), anche i Gemelli dovranno essere necessariamente scrutati in luoghi lontani da inquinamento luminoso.

All'interno del Cancro, inoltre, si trova un bellissimo cluster (o grappolo stellare) che gli antichi amanti dei corpi celesti amavano definire “la nuvola di stelle”. Questa immenso cluster contiene centinaia di stelle e si trova a circa 577 anni luce di distanza da noi.

Per finire, l'immancabile cometa. Qeella di marzo si chiama 17P/Holmes o più semplicemente cometa Holmes. Nel corso di sole 42 ore nel mese di ottobre 2007, essa è diventata un milione e mezzo di volte più luminosa ed anche l'oggetto più grande visibile nel sistema solare (più grande del Sole, dunque). E Holmes si attesta come una delle comete più importanti nel 2014.