UNAM: vicini alla spiegazione della super-rotazione di Venere

immagine

Uno dei misteri che interessa il nostro sistema solare è la super-rotazione, un fenomeno ormai noto dagli anni '60, nel quale si ritiene che i venti di Venere soffino più velocemente rispetto alla rotazione del pianeta.

Gli scienziati si sono interrogati molto sulla questione, cercando spesso un numero considerevole di risposte e nuove teorie atte a spiegare questo fenomeno. Ma nonostante l'impegno e le ricerche effettuate, nessuna delle ipotesi sembrava confortare la spiegazione reale.

Oggi, un team di scienziati messicani si è avvicinato per la prima volta a quella che potrebbe apparire una teoria adeguata. Questi, hanno suggerito l'ipotesi di un meccanismo che vede ruotare sul pianeta un vento ancora più veloce (rispetto agli altri), e che guidi dunque la super-rotazione.

La spiagazione. Una rotazione completa di Venere copre 243 giorni terrestri; l'atmosfera, viaggiando alla velocità di circa 20 metri al secondo, dura solo quattro giorni terrestri e compie così l'intera rotazione del pianeta. C'è solo un altro posto del sistema solare dove la super-rotazione atmosferica è presente, ed è sulla luna di Saturno, Titano.

Gli scienziati dell' Universidad Nacional Autonoma de Mexico, guidata da Héctor Javier Durand-Manterola, hanno studiato la velocità supersonica dei venti nella ionosfera, circa 150-180 chilometri dalla superficie. I venti, noti come 'transterminator', viaggiano a molti chilometri al secondo. Furono scoperti negli anni '80 dall'American Pioneer Venus Orbiter, e allora si sostenne che fossero guidati dall'interazione con il vento solare.

Durand-Manterola ed il suo team sostengono che il flusso transterminator nella criosfera possa essere trasferito verso la sottostante atmosfera sotto forma di pressione. Propongono, inoltre, che l'interazione, nella parte notturna del pianeta, tra il flusso della zona d'alba e quello della parte crepuscolare, generi delle onde poichè essi fluiscono a diverse velocità. E la zona crepuscolare fluisce, appunto, più velocemente.

Il team di studiosi ha anche calcolato il flusso di energia che trasporta il transterminator, dimostrando che c'è abbastanza energia nel flusso transterminator da guidare la super-rotazione. Il satellite Atatsuki, lanciato in questi giorni dal Giappone, arriverà a dicembre su Venere. Solo allora si potrà metter luce sulla questione. 

Federica Vitale

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico