Eruzione solare: questa notte in arrivo le aurore boreali

sdo eruzione ottobre

Una nuova tempesta geomagnetica è in corso in queste ore. Lo ha segnalato l'americano Space Weather Prediciton Center, secondo cui tra ieri e oggi si è verificato un evento G2, ossia di livello moderato. La causa è stata una espulsione di massa coronale da parte del Sole, tra il 4 ed il 5 ottobre.

Una nuova eruzione solare avrebbe dunque spinto lontano le particelle del sole che per via della loro velocità sono giunte fino a noi, entrando a contatto con la nostra atmosfera. Inizialmente la Nasa aveva definito minore, debole l'eruzione, ma i suoi influssi sono comunque arrivati sulla Terra.

L'unico segno 'visibile' per noi sarà tutt'altro che spiacevole. Secondo il Noaa, gli abitanti dell'emisfero settentrionale potrebbero assistere nelle prossime ora al fenomeno dell'aurora boreale.

aurora

Noi saremo un po' più sfortunati, visto che solo il Polo Nord avrà, come spesso accade, la visione ottimale dello spettacolo. In ogni caso, non correremo alcun pericolo visto che l'intensità della tempesta non è preoccupante.

L'attesa cresce in vista del prossimo anno, quando il sole raggiungerà il picco nel suo ciclo di 11 anni. A fine anno, soprattutto, le eruzioni solari potrebbero diventare più frequenti. Aurore boreali e australi assicurate. Speriamo solo quelle.

Francesca Mancuso

Cerca