Sonde Grail: alla scoperta del sottosuolo lunare

grail

È partito l'8 settembre scorso il viaggio delle due sonde Grail, alla scoperta del sottosuolo lunare. E adesso, dopo quasi quattro mesi di viaggio, Grail-A e Grail-B entreranno nell'orbita della Luna, rispettivamente il 31 dicembre e il 1° gennaio.

Il nostro satellite avrà sempre meno segreti dopo questa spedizione. Scopo della missione Grail sarà infatti quello di studiare da vicino il nostro satellite naturale, soprattutto per capire com'è fatto all'interno. Grazie alle tecnologie utilizzate, le sonde forniranno con una precisione senza precedenti, dati e misure del cuore della Luna per nove mesi, periodo in cui analizzeranno la struttura lunare interna.

In particolare, con un'analisi dalla crosta al nucleo, gli astronomi vedranno aumentare le odierne conoscenze sull'evoluzione termica della Luna. Dopo aver percorso oltre 4 milioni di chilometri, le due sonde, incapsulate una accanto all'altra all'interno della parte superiore del razzo vettore Delta II, dopo essere sbarcate sul suolo lunare, voleranno fianco a fianco, trasmettendo segnali radio a vicenda per reindirizzare la propria posizione ciascuna nei confronti dell'altra. Secondo gli esperti, infatti, le differenze gravitazionali delle diverse aree lunari potrebbero modificare la loro distanza.

Nei due mesi che seguiranno il loro ingresso all'interno dell'orbita della Luna, Grail A e B dunque voleranno insieme fino o quando si arriveranno a circa 56 chilometri dalla sua superficie lunare, distanti tra loro circa 200 chilometri.

Infine, da marzo le due sonde inizieranno il lavoro di raccolta e la trasmissione dei dati sulla Terra, relativi alla loro posizione. Tali variazioni consentiranno agli esperti di mappare il campo gravitazionale sottostante.

Il capo della missione Maria Zuber del Massachusetts Institute of Technology, ha spiegato: "Grail svelerà i misteri lunari e ci aiuterà a comprendere anche come si siano evoluti la Luna, la Terra e gli altri pianeti rocciosi del Sistema Solare".

Francesca Mancuso

Guarda le immagini più spettacolati delle eclissi del 2011

Cerca