Scoperto un altro esopianeta abitabile

pianeta_abitabile

Scoperto ancora un pianeta potenzialmente abitabile, simile alla Terra. A notarlo è stato un gruppo di studiosi tedeschi, guidati da Lisa Kaltenegger del Max-Planck Institut fur Astronomie di Heidelberg. La notizia, data da Dan Vergano su Usa Today, si riallaccia alle altre riguardanti ad esempio Gliese 581d, altro pianeta dalle caratteristiche affini a quelle della Terra, dunque in grado almeno teoricamente di ospitare la vita.

Il nuovo pianeta scoperto è grande 3,6 volte la Terra e ruota attorno alla stella HD85512. Le dimensioni di quest’ultima sono pari al 69% di quelle del Sole e dista 36,23 anni luce. Si tratta di una delle dieci stelle più vicine a noi, monitorate proprio per tale similiarità.

Il moto di rivoluzione del pianeta attorno alla sua stella è di circa 54 giorni. Secondo gli esperti, sulla base di un modello è stato stabilito che l’atmosfera del pianeta HD85512 potrebbe essere densa di nuvole, almeno per metà della superficie. Tale situazione protegge il pianeta dalla luce della stella. Il livello di 'albedo', cioè la quantità di luce respinta da HD85512b, e che quindi non è assorbita dalla sua superficie, è pari a 0,5, contro lo 0,3 della Terra e lo 0,75 di Venere.

Stando a quanto hanno riferito gli esperti del Max-Planck Institut al National Geographic, una copertura di nuvole pari almeno al 50% è in grado di riflettere abbastanza energia nello spazio da evitare il surriscaldamento. E la Terra, mediamente, ha una copertura di nubi pari al 60%.

Spiega Lisa Kaltenegger: “La distanza tra HD85512b e la sua stella è esattamente sul limite lungo il quale è possibile avere acqua allo stato liquido. Riferito sulla scala del nostro sistema solare, è leggermente più distante dell’orbita di Venere attorno al Sole”.

Altro dato rilevante: il pianeta scoperto è nella zona abitabile della sua stella, non essendo né troppo vicino né troppo lontano.

Francesca Mancuso

Cerca