Iss: sfiorata dai rottami. Gli astronauti nella Soyuz

iss1

Gli astronauti della Stazione Spaziale Internazionale se la sono vista brutta. Ieri alcuni detriti spaziali sono passati a soli 250 metri dalla Iss. La notizia è stata resa nota da una fonte anonima dell'agenzia spaziale russa.

All'origine del problema un detrito del tutto inatteso dai sei membri dell'equipaggio al momento presente sulla Stazione Spaziale Internazionale. E prima che si potessero effettuare le manovre necessarie per evitarlo, i sei astronauti sono stati costretti a rifugiarsi in via del tutto precauzionale nella Soyuz, i cui moduli sono tutt'ora agganciati alla stazione orbitante. "I rifiuti sono stati individuati troppo tardi per poter effettuare una manovra ed evitarli" è stato il commento dato dall'agenzia russa.

Solo quando si è constatata la certezza dello scampato pericolo, i sei cosmonauti hanno potuto far ritorno nella stazione. "L'avvicinamento di un rottame orbitale non è stato individuato in tempo per poter effettuare una manovra evasiva", ha spiegato un portavoce della Nasa. I sei attuali membri dell'equipaggio dell'ISS si sono rifugiati sulla Soyuz per circa 30 minuti, fino al termine dell'allarme.

I detriti che ieri hanno creato scompiglio all'interno della Iss non solo altro che scarti creati dall'uomo stesso.In pratica, si tratta di materiali non più utili e di alcuna funzionalità come, ad esempio, frammenti satellitari o scaglie di polveri e di vernici.

Stando a quanto accaduto, sembrerebbe che l'uomo sia riuscito ad inquinare anche lo spazio.

Federica Vitale

Cerca