igiene_orale

Una scarsa igiene orale aumenta il rischio d'infarto. Il collegamento tra denti sporchi e malattie cardiache pare infatti essere giunto ad una spiegazione, arrivata direttamente da un team di ricercatori dell'Università di Bristol che presenteranno i risultati del loro studio oggi al MON, la conferenza autunnale della Society for General Microbiology’s.

cellule_staminali

Le cellule staminali possono aiutare a capire le cause del cancro. Gli scienziati della John Curtin School of Medical Research (JCMSR), uno dei centri di ricerca più importanti dell’Australia, diretti dal dottor Peter Papathanasiou, insieme a Andrew Perkins , professore associato dell’Istituto di Bioscienze Molecolari dell’Università di Queensland, hanno completato un progetto triennale indirizzato allo studio del gene che controlla lo sviluppo e la rigenerazione delle cellule staminali.

capelli_tagliati

Basta un'analisi del capello per registrare lo stress di una persona e prevenire eventuali infarti. quanto emerge da uno studio condotto da un team di ricercatori dell'Università of Western Ontario, coordinati dai dottori Gideon Koren e Stan Van Uum, pubblicato in questi giorni sulla rivista 'Stress'.

malaria

Un grande passo verso la lotta alla malaria grazie a una molecola. Alcuni ricercatori del Novartis Institute for Tropical Diseases (Nitd), in collaborazione internazionale con diversi istituti e con il finanziamento dei governi di Stati Uniti e Singapore hanno infatti individuato nel parassita un nuovo 'tallone d'Achille' da colpire con lo spiroindolone.

internet_di_notte

Passare la notte a navigare in internet e a chattare con i propri amici sui social network più impensati: è la nuova tendenza dei giovani, che secondo un studio condotto dall'Università di Sydney può triplicare il rischio di sviluppare malattie mentali in età adulta. quanto riportato dalla rivista Sleep, dove si legge inoltre che "ogni ora di sonno persa sarebbe legata a un +14% di possibile pericolo per la salute".

cervellosss

Sfatato il luogo comune che Sudoku, cruciverba, letture e ascolto di programmi radio e tv sono sempre un toccasana per il cervello. Secondo uno studio statunitense pubblicato sulla rivista Neurology, infatti, le attività che stimolano la mente finiscono per accelerare i segni della demenza che per destino, con l’andare degli anni, si ammalerà.

immagine

La ricerca sulla generazione di tessuti e organi in laboratorio è una delle frontiere più avanzate della medicina del XXI secolo. C'è chi pensa che un giorno, in questo modo, si potranno ricostruire addirittura interi arti composti da veri e propri tessuti biologici. I ricercatori impegnati in questo settore, che coinvolge discipline come l'ingegneria tissutale e la medicina rigenerativa, studiano come creare retine, cartilagini, tessuto epatico, pelle e pancreas, in particolare, in questo caso, le isole di Langerhans, agglomerati di cellule deputate alla sintesi di ormoni come l'insulina e che sono compromesse in patologie come il diabete.

Pagina 74 di 87

Cerca