Ecco come si misura la maturità di un cervello

cervello

Da oggi in poi non avremo più dubbi sull’intelligenza umana grazie ad una nuova scansione in grado di misurare la maturità del cervello. A questo studio, finanziato dal governo federale americano, si sono sottoposti 238 volontari, tra i sette e i trenta anni, che hanno permesso di portare alla luce 12 mila collegamenti presenti nel cervello.

È una ricerca che nasce per essere utilizzata principalmente sui bambini. Si potrà infatti verificare se un bambino sta crescendo correttamente oppure mostra dei sintomi di autismo, di schizofrenia o malattie simili.

Inoltre, grazie a questa sistema si potrà stabilire con relativa certezza il momento del passaggio dall’età infantile a quella adulta.

Tra coloro che hanno contribuito alla scoperta troviamo Nico Dosenbach, specialista in neurologia pediatrica al St.Louis Children’s, che pone però l’attenzione sull’abuso che si potrebbe fare di tale invenzione. "Il rischio è che alcuni genitori possano sottoporre i propri figli a continue scansioni per dimostrarne l’ intelligenza e la superiorità celebrale rispetto ad altri bambini".

Oppure la nuova tecnica potrebbe essere utilizzata, "impropriamente", per "testare coloro che presentano delle domande di lavoro ed in base ai risultati decidere il prescelto".

Gli esperti, tuttavia, precisano che l’analisi "non è affatto pericolosa", in quanto non utilizza radiazioni, ma "lo studio, in ogni caso, va perfezionato".

Marta Proietti

Cerca