La miopia è genetica. Mai più gli occhiali

miopia

La miopia è scritta nel Dna, ovvero ha cause genetiche. quanto emerge da una ricerca condotta da un team di ricercatori del Duke University Medical Center in Nord Carolina, pubblicata in questi giorni su Nature Genetics. Si tratterebbe di un'alterazione del RasGRF1, un gene presente nella retina e nei neuroni, responsabile della messa a fuoco e della memoria visiva.

Gli esperti hanno testato le abilità visive di 13.414 persone di origine cacausica, e hanno riscontrato delle variazioni del gene proprio in relazione ad alcuni errori della visione. Dopodichè hanno confermato le ipotesi analizzando alcuni topolini.

Secondo Terry Young, coordinatore della ricerca, questa "è una prova biologicamente convincente. Ora che abbiamo identificato RasGRF1 - spiega - possiamo studiare un nuovo meccanismo molecolare per prevenire la più comune causa di disabilità visiva".

Infatti, spesso la miopia si presenta in forma lieve, ma nel 2-3 per cento dei casi può provocare perfino il distacco della retina, glaucoma, emorragia maculare e cecità.

Stando ai numeri, in Gran Bretagna un terzo delle persone è miope. In Giappone il problema assume invece le sembianze di una vera e propria epidemia: i due terzi degli adolescenti sono già miopi e a Singapore addirittura l'80 per cento dei 18enni maschi che stanno svolgendo il servizio militare. In Italia, invece, il dato diventa meno allarmante: sarebbe un adolescente su quattro a soffrire di miopia.

Al momento, quindi, gli scienziati hanno l'obiettivo di comprendere come il gene RasGFR1 possa interagire con la crescita dell'occhio. Così "sarà possibile intervenire in tempo e preveniree il disturbo".

"Non è abbastanza per la fine degli occhiali - precisa poi Christopher Hammond, uno degli autori dello studio - ma chiaramente la speranza è che saremo in grado di bloccare i percorsi di genetica che causano la miopia. Sarà una sfida e prima di almeno 10 anni non ci sarà nessun trattamento".

Augusto Rubei

Cerca