Un capello per predire l'infarto e misurare lo stress

capelli_tagliati

Basta un'analisi del capello per registrare lo stress di una persona e prevenire eventuali infarti. quanto emerge da uno studio condotto da un team di ricercatori dell'Università of Western Ontario, coordinati dai dottori Gideon Koren e Stan Van Uum, pubblicato in questi giorni sulla rivista 'Stress'.

Attraverso l'esame di 112 soggetti della stessa età, ai quali è stato effettuato il test del cortisolo (un ormone dello stress prodotto dalle ghiandole surrenali, ndr), gli esperti hanno potuto verificare che "nei 56 che avevano avuto da poco un attacco di cuore erano 'leggibili' alti livelli di stress relativi ai tre mesi precedenti".

"Sappiamo che in media i capelli crescono un centimetro al mese, quindi se prendiamo un campione di capelli lunghi sei centimetri e misuriamo la concentrazione di cortisolo possiamo determinare i livelli di stress degli ultimi sei mesi", spiega Koren. E grazie a questi, dunque, prevenire probabili malattie coronariche.

La conferma è arrivata direttamente dai soggetti esaminati, tutti accomunati da fattori di rischio cardiovascolare (diabete, ipertensione, fumo ecc.) con l'eccezione del colesterolo, "risultato normalmente più alto tra chi aveva avuto l'infarto".

"Lo stress investe molti settori della salute e della vita - sottolinea ancora Koren - Questo studio dovrebbe avere conseguenze pratiche, convincendo a cambiamenti nelle abitudini e nello stile di vita di molti".

Augusto Rubei

Cerca