Trapiantare un cuore morto da 20 minuti: accade a Sydney

heart-in-a-box

Un cuore ormai “morto” da 20 minuti può ancora essere trapiantato. Con un intervento ai limiti del fantascientifico, un team di medici australiani è riuscito a trapiantare all'ospedale di St. Vincent a Sydney un cuore che aveva smesso di battere per un massimo di 20 minuti.

L'organo era stato “ rianimato” e poi trapiantato. Il primo paziente che lo ha ricevuto ha raccontato di sentirsi un decennio più giovane e di sentirsi una “persona diversa”.

I cuori sono l'unico organo a non essere utilizzato dopo che ha smesso di battere. Solitamente essi vengono prelevati da persone su cui è stata accertata la morte cerebrale, tenuti a bassissime temperature per circa quattro ore e poi trapiantati ai pazienti in attesa.

La nuova tecnica utilizzata a Sydney ha coinvolto invece un cuore che aveva smesso di battere, facendo in modo che tornasse a rivivere in una macchina nota come "heart-in-a-box".

Il cuore è tenuto in caldo, il battito cardiaco viene ripristinato e un fluido nutriente aiuta a ridurre i danni al muscolo cardiaco. La macchina mantiene l'organo del donatore funzionante a temperatura corporea. Metodi simili di riscaldamento erano già stati utilizzati per migliorare la qualità dei trapianti di polmone e fegato.

La prima persona ad avere subito l'innovativo intervento chirurgico due mesi fa è stata Michelle Gribilas, 57 anni, che soffriva di insufficienza cardiaca congenita. “Ora sono una persona completamente diversa,ha raccontato.Mi sento come se fossi tornata a 40 anni, sono molto fortunata”.

Peter MacDonald, a capo dell'unità di trapianto di cuore del St. Vincent ha spiegato: “Questa scoperta rappresenta un importante incursione nella riduzione della carenza di donatori di organi.”

Heart-in-a-box, in fase di test in tutto il mondo, potrebbe salvare fino al 30% in più di vite umane, aumentando il numero di organi disponibili.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

Relive: il videogioco che insegna come salvare il cuore (e una vita)

Stampa tridimensionale: il primo caso di cuore stampato in 3D

Cuore, quando le cellule crescono sui chip

Coscienza in stato vegetativo: trovata la firma nel cervello

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico