Tumori: stop alla crescita con la morfina

immagine

La morfina blocca la crescita dei tumori solidi inibendo lo sviluppo di novi vasi sanguigni. quanto emerge da una ricerca condotta da alcuni ricercatori della University of Minnesota Medical School di Minneapolis, pubblicata sull'American Journal of Pathology.

Gli esperti hanno svolto un esperimento su dei topolini da laboratorio affetti da carcinoma. A questi è stata somministrata morfina per un lungo periodo, così il team guidato da Sabita Roy ha potuto constatare un tasso più basso di angiogenesi tumorale.

Secondo gli studiosi l’effetto sarebbe "mediato dalla soppressione del cammino di segnalazione biochimica HIF1α/p38MAPK", indotta da una bassa concentrazione di ossigeno, "che a sua volta determina una riduzione dei livelli dei fattori pro-angiogenici".

"La morfina è dunque anche un potenziale inibitore della crescita tumorale", spiegano gli esperti, che precisano come l'alcaloide "può essere infatti sfruttato per il suo potenziale anti-angiogenesi nella gestione del dolore oncologico".

Com’è noto, si tratta di uno dei farmaci più utilizzati per trattare il dolore cronico. Anche se finora, l’effetto possibile della morfina sull’angiogenesi (il processo di formazione di nuovi vasi utili per alimentare la massa tumorale in formazione, ndr) è rimasto controverso.

Augusto Rubei

Cerca