Aids: arriva il gel vaginale che combatte l'HIV

immagine

Un gel vaginale che riduce il rischio di contrarre il virus HIV. stato sperimentato in Sudafrica, grazie ad uno studio condotto dal ricercatore Salim Abdool Karim, direttore del centro studi Caprisa, e verrà presentato oggi alla Conferenza internazionale di Vienna sull'Aids

Secondo gli esperti, grazie alla combinazione tra il gel battericida e il Tenofovir (un farmaco antiretrovirale), si avrebbe una copertura al virus nel 39% dei casi. "Percentuale che salirebbe al 54% se il gel viene usato con molta frequenza".

Dopo un anno di utilizzo, infatti, il gel "riduce del 50% la percentuale delle infezioni", mentre dopo due anni e mezzo "ridimensiona i rischi del 39%". Pubblicati sulla rivista Science, i risultati dovranno ora passare la terza fase dei test per verificare possibili controindicazioni.

"Con questo gel su dieci donne infettate ogni anno ce ne sarebbero solo sei", osserva Abdool Karim. A fargli eco il direttore esecutivo del programma Unaids dell'Organizzazione mondiale della sanità, Michel Sidibe, che esulta: "Stiamo dando una grande speranza alle donne. Per la prima volta abbiamo visto dei risultati nella prevenzione dell’Aids con un'opzione in mano alle donne".

E intanto, i numero dell'Aids continuano ad essere allarmanti: nel mondo i contagiati superano i 33 milioni, di questi oltre i due terzi vivono nell'Africa sub-sahariana e il 60% delle nuove infezioni riguarda le donne.

Augusto Rubei

 

Cerca