Miopi? Tutta colpa dei geni

geni miopia

Miopi? Tutta colpa dei geni. Una ricerca realizzata presso il King's College di Londra ha scoperto 24 nuovi geni che causano i difetti alla vista tipici della miopia.

Quest'ultima è una delle principali cause di cecità e di disabilità visiva in tutto il mondo, e attualmente non esiste una cura. Il 30 per cento della popolazione occidentale e fino all'80 per cento di quella asiatica soffre di miopia. Durante lo sviluppo visivo nell'infanzia e nell'adolescenza l'occhio cresce in lunghezza, ma ai miopi cresce troppo "lungo", e la luce che entra nell'occhio viene quindi focalizzata davanti alla retina anziché su di essa. Ciò si traduce in una immagine sfocata. Questo errore di rifrazione può essere corretto con occhiali, lenti a contatto o con la chirurgia. Tuttavia, la retina è sottile, e questo può provocarne il distacco, o peggio glaucoma e degenerazione maculare, specialmente con alti gradi di miopia.

Se da una parte è certo che la miopia è ereditabile, fino ad oggi il background genetico era poco conosciuto. Il nuovo studio realizzato da ricercatori provenienti da Europa, Asia, Australia e Stati Uniti collaborando all'interno del Consortium for Refraction and Myopia (CREMA), ha permesso di individuare 24 nuovi geni. Gli scienziati hanno analizzato i dati genetici legati a tale errore di rifrazione in oltre 45.000 persone esaminate da 32 studi diversi. Tale massiccia ricerca ha permesso loro di scoprire i nuovi geni che determinano questo difetto e di confermarne altri due precedentemente noti.

È interessante notare che i geni non hanno mostrato differenze significative tra i gruppi europei e asiatici, nonostante la prevelaza maggiore tra le persone asiatiche. Sebbene alla base della miopia ci siano anche dei fattori ambientali, i portatori presentavano un rischio aumentato di dieci volte.

La combinazione sfavorevole tra la predisposizione genetica e i fattori ambientali dà luogo alla miopia. Come i fattori ambientali influenzino i geni di nuova identificazione causando la miopia rimane ancora ignoto, per questo saranno necessarie ulteriori indagini da parte del CREMA.

Il Prof. Chris Hammond del Department of Twin Research and Genetic Epidemiology del King's College di Londra, e autore principale dello studio, ha spiegato: "Sapevamo già che la miopia tende ad essere diffusa nelle famiglie, ma fino ad ora si sapeva poco sulle cause genetiche. Questo studio dimostra per la prima volta un gruppo di nuovi geni ad essa associati".

Spiega il medico che agli attuali metodi di correzione utilizzati, tra cui occhiali e lenti a contatto, la genetica potrebbe aggiungere nuove possibilità non solo per correggerla ma anche per prevenirne la progressione.

Lo studio è stato pubblicato su Nature Genetics.

Francesca Mancuso

Leggi anche:

- Lente a contatto bionica per ridare la vista ai non vedenti

- Le cellule staminali ridanno la vista 'per sempre'

Cerca