Spinaci: svelato il segreto di Braccio di Ferro

spinaci nitrato

Qual è il segreto degli spinaci di Braccio di ferro? Lo ha scoperto un team di scienziati del Karolinska Institutet di Stoccolma secondo cui l'aumento della forza muscolare legato agli spinaci è provocato da due proteine, la cui produzione è stimolata dall'assunzione dei nitrati.

Il segreto di Braccio di ferro è dunque stato svelato. Lo studio svolto sui topi ha permesso di capire in che modo tale alimento incrementi la forza muscolare. I ricercatori hanno diviso i topi in due gruppi. Al primo sono stati somministrati dei nitrati nell'acqua potabile per sette giorni.

Una settimana dopo l'esperimento, il team ha esaminato diversi tipi di muscoli sulle zampe dei topi e ha scoperto che gli animali che avevano assunto il nitrato attraverso l'acqua potabile avevano poi sviluppato dei muscoli molto più forti, soprattutto quelli lungo le dita, compatibilmente con le dosi assunte durante una normale dieta.

La quantità di nitrati che i topi hanno ricevuto è stata più o meno equivalente a quella che una persona potrebbe ottenere mangiando da 200 a 300 grammi di spinaci freschi o due o tre barbabietole al giorno. Gli spinaci e le barbabietole sono due delle principali fonti di nitrato, presenti naturalmente anche in molti altri vegetali a foglia verde, come la lattuga e le bietole.

Continuando il loro studio, i ricercatori hanno poi scoperto che i topi che avevano assunto il nitrato avevano nei muscoli anche una concentrazione superiore di due diverse proteine, che si presume, può spiegare la maggiore forza muscolare. Queste due proteine, chiamate CASQ1 e DHPR, sono coinvolte nella omeostasi del calcio, che a sua volta ha un compito importante nella contrazione muscolare.

"Da un punto di vista nutrizionale, il nostro studio è interessante perché la quantità di nitrati che hanno aumentato la forza muscolare nei topi è stata relativamente bassa", ha spiegato Andrés Hernández, ricercatore presso il Dipartimento di Fisiologia e Farmacologia del Karolinska Institutet. "Ciò significa che anche noi esseri umani siamo in grado di ottenere il volume equivalente attraverso una dieta vegetariana”.

Il team di ricerca svedese adesso cercherà di usare la scoperta per capire come utilizzarla per le persone che presentano debolezza muscolare.

Francesca Mancuso

Cerca