Quanto vivremo? Il segreto è scritto nei telomeri

telomeri vita

Mai sentito parlare dei telomeri? No? Allora è il caso di saperne di più, perché non solo svolgono un ruolo importantissimo per la salvaguardia del nostro patrimonio genetico, ma nascondono anche il segreto delle future aspettative di vita.

Sostanzialmente si tratta di piccole strutture molecolari poste alle estremità dei cromosomi, a tutela di quel pacchetto di informazioni genetiche che determina tutto di noi: i telomeri sono in pratica una sorta di ‘cappuccio protettivo’ che impedisce ai cromosomi di logorarsi ogni qual volta, ad esempio, una cellula si divide.

Questo è ciò che si sapeva fino ad ora. Ma oggi uno studio pubblicato su Pnas attribuisce ai telomeri anche un’altra prodigiosa funzione: quella di prevedere la durata della vita di una persona. Misurando la lunghezza dei telomeri nei primi mesi di vita, infatti, è possibile stabilire quanto è lunga, salvo imprevisti, la nostra vita: una specie di oroscopo genetico, che predice quanto ci resta.

E non è una semplice supposizione; a dimostrarlo è un team di ricercatori dell’Università britannica di Glasgow che ha condotto una serie di test sulle cellule del sangue di un gruppo di fringuelli zebrati, verificando come, dopo solo 25 giorni di vita, alcuni esemplari presentassero telomeri più lunghi rispetto ad altri. Nei controlli periodici successivi, quegli stessi esemplari sono di fatto risultati ben più longevi dei loro simili, e ancora ‘portatori’ di telomeri più lunghi.

In effetti i telomeri possono, in un certo senso, essere considerati come dei veri e propri orologi biologici: normalmente la loro lunghezza si riduce via via che invecchiamo, fino al momento in cui non sono più in grado di svolgere la loro preziosa funzione; se quindi alla nascita appaiono più lunghi, si può ben sperare che i nostri cromosomi saranno al sicuro per molto tempo, e che ad ogni divisione cellulare ci sarà una sequenza di telomeri nuovi di zecca e pronti a difendere il patrimonio genetico che ci portiamo dietro.

Se allora le ricerche successive stabiliranno precisi standard di lunghezza dei telomeri, saremo in grado di conoscere le nostre aspettative di vita fin dalla nascita, con tutto ciò che una simile consapevolezza comporta.

Annalisa Di Branco

Cerca