Alzheimer: aumenta il rischio per i fumatori incalliti

fumo_tanto

Fumare più di due pacchetti di sigarette al giorno aumenta il rischio di Alzheimer e di demenza vascolare. quanto emerge da una ricerca condotta dalla dottoressa Rachel Whitmer, del Kaiser Permanente (di Oakland, California, USA), pubblicata su 'Archives of Internal Medicine'.

Secondo lo studio, per i fumatori incalliti aumenterebbe il rischio di demenza senile "del 157%", mentre quello di demenza vascolare "del 172%".

I ricercatori hanno tenuto sotto osservazione per cira 23 anni 21.123 volontari, di ambo i sessi e di mezz'età (50-60 anni). Il lavoro si è svolto in due fasi: la prima in cui sono state sviluppate delle interviste; la seconda si è invece concentrata sugli esami per scoprire l'eventuale demenza. Così, gli studiosi hanno appurato come "il 25% del campione" manifestasse una qualche forma di demenza, tra cui 13 persone il vero e proprio morbo di Alzheimer.

Tuttavia, la Whitmer precisa che il rischio riguarda tutti i fumatori, anche i più moderati, seppur questi hanno meno possibilità di manifestare in futuro i due tipi di demenza analizzati dagli esperti.

"Questo studio - conclude infine la Whitmer - mostra che il cervello non è immune alle conseguenze a lungo termine del fumo pesante. Sappiamo che il fumo compromette il sistema vascolare, e sappiamo che la salute vascolare è rilevante nel rischio della malattia di Alzheimer".

Augusto Rubei

Cerca