Tumore al colon retto: l'aspirina è una 'mano santa'. Ma solo a piccole dosi

aspirina

Una buona prevenzione al tumore al colon retto viene dall'aspirina, che se assunta a piccole dosi, riduce le probabilità di sviluppare la neoplasia di un quarto e perfino la mortalità di più di un terzo. quanto emerge da una ricerca condotta da Peter Rothwell del John Radcliffe Hospital presso la Oxford, pubblicata sulla rivista specializzata Lancet.

Tuttavia, la pluri-azione del farmaco, normalmente utilizzato per alleviare il mal di testa, è stata già dimostrata da qualche anno, specialmente in merito alle malattie cardiovascolari. Infatti, l'aspirina sarebbe in grado di proteggere il cuore e prevenire patologie come l'ictus e l'infarto. Ed ora, dai laboratori britannici, si scopre anche un suo principio verso il cancro al colon.

Nel corso degli esperimenti, durati circa 20 anni, gli esperti hanno osservato 14mila volontari, tra i quali una piccola parte "assumeva quotidianamente una moderata dose di aspirina per la prevenzione delle patologie cardiovascolari".

Dai risultati si è quindi appurato come l'assunzione del Fans "riduce del 24% il rischio di sviluppare il tumore del colon e del 35% il rischio di morte per questa neoplasia". Considerando l'ampiezza del campione e la durata delle analisi, secondo i ricercatori "i risultati acquistano un peso scientifico rilevante".

Augusto Rubei

Cerca