Mal di testa: è colpa del gene Tresk

emicrania_gene

Soffrite di mal di testa e non sapete proprio come risolvere il problema? Adesso potreste sapere con chi prendervela. Alcuni studiosi di vari paesi, in collaborazione con l'equipe dell'Unità di genomica funzionale del Medical Research Council dell’Università di Oxford, hanno infatti scoperto che la causa dell'emicrania è un gene difettoso.

Per giungere a tale conclusione, i ricercatori hanno esaminato diversi campioni di dna prelevati da persone con emicranie comuni di tipo familiare, scoprendo che il gene Tresk è il principale imputato del mal di testa. E il difetto di tale gene risiede nella sua scarsa attività, da cui ha orifine l'emicrania.

Non si tratta del primo studio che ha analizzato la correlazione tra dna e mal di testa, ma sicuramente, come afferma Zameel Cader, uno dei ricercatori coinvolti nello studio, è stato compiuto "un passo importante nella comprensione del perché le persone soffrono di emicrania".

E sono davvero tante, il 28% della popolazione mondiale ossia una persona su 4. Si tratta di un fastidio piuttosto limitante, come ha spiegato l'Oms, che in alcuni casi si associa a nausea, disturbi visivi, ipersensibilità alla luce e molti altri.

Secondo Aamo Plotie, del Wellcome Trust Sanger Institute, si tratta di una scoperta di portata storica: "Quello che fa è che apre nuove strade alla pianificazione di una ricerca che possa portare a nuove terapie. Anche se naturalmente la strada è lunga".

Compito degli studiosi, adesso, sarà trovare un farmaco capace di attivare il gene Tresk. Lo studio è stato pubblicato su Nature Genetics.

Francesca Mancuso

Cerca