immagine

un cratere grandissimo nel sud dell'Egitto, con un diametro di 45 metri, provocato dalla caduta di un meteorite metallico che è riuscito a penetrare nell'atmosfera terrestre nonostante le sue piccole dimensioni. Lo hanno chiamato Kamil ed è descritto sulla rivista Science da un gruppo di ricerca italo-egiziano coordinato dall'Italia, con Luigi Folco, del Museo Nazionale dell'Antartide dell'Università di Siena.

immagine

Misurato per la prima volta il respiro della Terra su scala globale. La fotosintesi e il ciclo del carbonio del nostro pianeta ora hanno dei valori, presentati a Torino nell'Euro Science Open Forum (Esof), e pubblicati sulla rivista Science. La ricerca si deve al Centro di ricerche europeo di Ispra ed alle università di Milano Bicocca e Bolzano, le quali fanno anche sapere che i dati raccolti "costituiscono un punto di riferimento senza precedenti per futuri modelli del clima più completi e attendibili".

immagine

Il satellite meterologico Envisat dell'Agenzia Spaziale Europea sta fotografando la fuga della marea nera nel Golfo del Messico. In particolare riporta le immagini della Loop Corrent, la parte inferiore della corrente che tocca Cuba e la Penisola dello Yucatan. Ma non solo, Envisat ha anche lanciato un allarme in merito allo spessore dei ghiacci, che analizzato dal 2003 al 2010, pare si stia assottgliando nella parte occidentale dell'Antartide.

immagine

È tristemente noto come, quando alcune cellule impazziscono diventando immortali, si innesca nell’organismo un cancro, seconda causa di morte, dopo le malattie cardiovascolari, nei paesi occidentali. Oggi, grazie ad un gruppo di ricercatori dell’Umeå University (Svezia), sappiamo anche uno dei possibili meccanismi di questo processo: le cellule possono cambiare progressivamente la regolazione dei geni che governano la crescita e la morte delle cellule. Lo studio è stato pubblicato su Aging Cell.

Pagina 57 di 62

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico