Asperatus: nuova nuvola o scie chimiche?

Asperatus Oregon

Si chiama Asperatus, che in latino significa ruvido. È la nuova nuvola che sta facendo il giro del web, oltre che dei cieli mondiali. Nuova si fa per dire, visto che dall 2006 ci sono foto che ne testimoniano l'esistenza.

E a dispetto di quanto sostengono gli scettici che hanno già avanzato l'ipotesi che possa trattarsi di scie chimiche, potrebbe trattarsi davvero di un nuovo tipo di nuvola. È presto per definirla tale, non si tratta infatti di un procedimento semplice. Esiste infatti un atlante internazionale delle nuvole pubblicato dalla World Metereological Organization di Ginevra, è International Cloud Atlas che classifica tutte le nubi esistenti.

Chicago

L'ultima edizione risale al 1975, ma l'Onu sta prendendo in considerazione di pubblicarne una nuova edizione. Che, sperano gli appassionati, potrebbe includerebbe anche Asperatus.

Herefordshire

Ma chi è realmente Asperatus? La nuvola fu avvistata per la prima volta sopra Cedar Rapids, nello stato americano dello Iowa. Allora sovrastata le ampie distese di campi di granoturco. Da lì in poi quasi in maniera virale, le segnalazioni divennero sempre più numerose, dagli Stati Uniti, patria natìa all'Europa, con la Francia, la Norvegia, la Scozia el'Inghilterra. Ma la sua particolarità potrebbe essere un'altra: è il primo potenziale genere di nube scoperto dal 1951 ad oggi. Ciò significa che è la prima nuova nuvola apparsa nel cielo dopo più di 60 anni.

Niinikoski Finlandia

La Cloud Appreciation Society britannica sta dunque spingendo la comunità meteorologica internazionale ad aggiornare l'Atlante inserendovi anche Asperatus. Dal canto suo, anche la Royal Meteorological Society sarebbe propensa a rivedere l'atlante, seppure con le giuste cautele: “Osservare le nubi non è un gioco” ha detto Gavin Pretor-Pinney, presidente della società. “È un modo per documentare gli effetti del cambiamento climatico sul cielo”.

Webster

Qui altre immagini di Asperatus.

Francesca Mancuso

Cerca