Venezia: si sta abbassando di 2 mm ogni anno

venezia 2mm

Venezia, che la città stesse lentamente affondando lo sapevamo già. Ma adesso arriva una nuova conferma, grazie ad una ricerca guidata dalla Scripps Institution of Oceanography dell'Università della California San Diego che via satellite è riuscita inoltre a misurare anche di quanto.

L'acqua che fluisce attraverso i famosi canali di Venezia porta gli edifici un po' più giù ogni anno - e non solo a causa dell'innalzamento del livello del mare. Anche se gli studi precedenti avevano scoperto che Venezia si era ormai stabilizzata, nuove misurazioni indicano che la città storica continua ad affondare lentamente, e si inclinare leggermente anche a est.

"Venezia sembra continuare ad abbassarsi ad una velocità di circa 2 millimetri all'anno", ha detto Yehuda Bock, ricercatore della Scripps Institution of Oceanography della UC San Diego, e autore principale della ricerca. “È un piccolo effetto, ma importante", ha aggiunto. Dato che il livello del mare è in aumento nella laguna veneta, anche a 2 millimetri l'anno, il lieve abbassamento raddoppia la velocità con cui le altezze delle acque circostanti sono in aumento rispetto alla quota della città stessa".

Nei prossimi 20 anni, se Venezia e i suoi immediati dintorni continuerranno ad abbassarsi costantemente al ritmo attuale, i ricercatori hanno ipotizzato che la città potrebbe sprofondare fino a 80 millimetri rispetto al livello del mare.

Bock ha lavorato insieme ai colleghi dell'University of Miami in Florida e dei colleghi italiani di Tele-Rilevamento Europa, una società che misura le deformazioni del suolo, per analizzare i dati raccolti dal GPS e dai radar spaziali (InSAR). Utilizzando insieme due diverse tecnologie, il GPS e l'interferometria satellitare, è stato possibile misurare il lento ma costante abbassamento di Venezia e della sua laguna.

Le misure GPS forniscono aumenti assoluti, mentre i dati InSAR vengono utilizzati per calcolare altezze rispetto ad altri punti. Combinando i due set di dati dal decennio tra il 2000 e il 2010, Bock e i suoi colleghi hanno scoperto che la città di Venezia si abbassava in media di 1 o 2 millimetri l'anno (0,04 a 0,08 pollici per anno). Non solo, hanno scoperto che la città si sta leggermente inclinando di circa un millimetro o due verso est. Ciò significa che la parte occidentale della Laguna, dove si trova Venezia, è più sollevata rispetto a quella orientale.

"I nostri dati GPS combinati con le analisi di InSAR hanno chiaramente catturato i movimenti degli ultimi dieci anni che né il GPS né InSAR avrebbero potuto calcolare singolarmente", ha detto Shimon Wdowinski, professore di Marine Geology and Geophysics dell'University of Miami.

Una soluzione potrebbe essere quella fornita tempo fa dall'Università di Padova, che attraverso un modello idrogeologico in 3D avrebbe trovato il modo per salvaguardare la città, iniettando nel sottosuolo l'acqua marina in modo da sollevarla. Ma ci vorrà ancora del tempo.

E intanto Venezia continua ad abbassarsi, lentamente.

Francesca Mancuso

Cerca