Vulcano: l'Ingv scopre il canale da cui risale il magma

vulcano eolie

Vulcano, Eolie. Un gruppo di ricercatori dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia è riuscito ad individuare il canale da cui il magma risale verso la bocca di Vulcano. Formato da Salvatore Gambino, Vincenzo Milluzzo, Antonio Scaltrito e Luciano Scarfì, il team è riuscito a localizzarlo ad una profondità che varia da 3 ad 8 km, nel settore settentrionale dell'isola.

Secondo quanto si legge nel comunicato diffuso dall'INGV, tale struttura per la sua posizione e profondità può rappresentare un collegamento tra due volumi di stoccaggio magmatico, che si trovano a 3-5 km e 7.8-13.5 km, riconosciuti in precedenza attraverso studi petrologici e geofisici. Tale struttura potrebbe quindi rappresentare un percorso preferenziale per la risalita magmatica.

Secondo il geologo Salvatore Gambino, primo firmatario dell'articolo, “c’è un legame spaziale, il riconoscimento di una struttura sismogenetica che attraversa Vulcano in prossimità di Vulcanello (ultima eruzione nel 1550) ad una profondità tale da interferire con i sistemi più superficiali di magma storage ipotizzati è già un elemento di rilievo”.

Continua: “Inoltre Vulcano si trova in uno stato di quiescenza che è interrotto periodicamente da 'crisi' cioè da anomalie nelle temperature e composizione chimica delle fumarole. In diversi casi le 'crisi' sono state precedute da sequenze sismiche che si localizzano lungo la struttura da noi individuata e questo fatto suggerisce una relazione tra dinamica della struttura ed evoluzione dei fenomeni vulcanici”.

Ricordiamo inoltre che circa un anno fa, un gruppo di ricercatori dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia attraverso una tecnica basata su un laser, era riuscito a raccogliere dati molto precisi utili a valutare le possibili variazioni nel tempo del vulcano. La tecnica a Laser a Scansione Terrestre (TLS) usata dagli studiosi, fu un vero e proprio salto di qualità, poiché permise loro di rilevare una superficie e convertire direttamente il rilievo in coordinate.

La ricerca, dal titolo Relocation and focal mechanisms of earthquakes in the south-central sector of the Aeolian Archipelago: New structural and volcanological insights, è stata pubblicata sulla rivista internazionale Tectonophysics.

Francesca Mancuso

Cerca