E-cat COP infinito 1

Fusione fredda. L’E-cat dovrebbe sbarcare in Cina, grazie al partner statunitense della Leonardo Corporation, che, secondo alcune indiscrezioni, si tratterebbe di Cherokee, di dimensioni medie, ma comunque apparentemente in grado di sostenere i costi di produzione del prodotto. L’azienda avrebbe importanti relazioni con il paese asiatico che fornirebbe, forse, le basi per la forte industrializzazione che cerca Andrea Rossi.

Hot E-cat test 1

Fusione fredda. Rossi vuole produrre milioni di E-cat. Una bella sfida, che però sembra non spaventare l'inventore italiano, il quale, proprio a questo fine, ha dichiarato di non aver trovato aziende di generatori elettrici a prezzi tali da essere convenienti per una così vasta produzione. Progetto ambizioso, ma, stando alle sue parole, assolutamente realizzabile.

Celani pubblicazione

Fusione fredda. Mentre E-cat attende i risultati per la pubblicazione, come annunciato da Rossi, Francesco Celani riesce ad ottenere il traguardo: le sue ricerche, a seguito dell'Iccf-18, sono state infatti considerate positivamente dalla rivista Chemistry and Material Research. Il ricercatore, che ci ha raggiunto via mail, ha tenuto a precisare che il giornale è peer reviewed e che il suo indice di impatto è “significativamente elevato” (5.51).

marciapiede fotovoltaico

Camminare su un marciapiede composto da pannelli solari: è realtà alla George Washington University, a Washington, D.C., dove, nell'ambito del progetto sostenibile chiamato "Passeggiata Solare", è stato realizzato uno scenografico marciapiede, dotato di un traliccio alimentato ad energia solare e 27 pannelli calpestabili, semi trasparenti, anti scivolamento, con tecnologia fotovoltaica che converte la luce solare in elettricità.

progetto ITER

Il programma di ricerca ITER, un esperimento di fusione nucleare internazionale il cui costo ammonta a diversi miliardi di euro, starebbe costringendo gli scienziati a concentrarsi esclusivamente sull'obiettivo fondamentale di produzione di energia entro il 2028. Di conseguenza, gran parte della ricerca considerata “non essenziale” ai fini del progetto, tra cui alcuni studi volti a meglio comprendere la fusione su scala industriale, sarà rinviata.

Pagina 8 di 37

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico