MIT: il teletrasporto è possibile

immagine

Viaggiare nel tempo è sempre stato il sogno di molti scienziati. Anche il mondo cinematografico e televisivo ha sempre mostrato interesse verso questo affascinante settore, dalla trilogia di 'Ritorno al futuro' fino alla più recente serie TV 'Lost'.

Ma oggi gli scienziati sembrano aver trovato la chiave del teletrasporto grazie alla fisica quantistica. Seth Lloyd, del MIT di Boston, guida un gruppo internazionale di studiosi tra cui due italiani, Lorenzo Maccone e Vittorio Giovannetti, e ha dimostrato che viaggiare nel tempo è possibile, riportando le particelle alla condizione originaria.Partendo dal teletrasporto e dalla meccanica quantistica, gli scienziati hanno spiegato che occorre tenere in considerazione l'effetto di postselezione. Grazie ad esso, solo le particelle che sono state teletrasportate potrebbero essere riportate indietro nella condizione originaria. Grazie a tale spiegazione, si aggira il cosiddetto 'paradosso del nonno', in cui si immagina di tornare nel passato e di uccidere il nonno, evento del tutto paradossale perché impedirebbe la nascita dell'assassino. Quello a cui aspirano gli scienziati adesso è unire la meccanica quantistica e le leggi della relatività per elaborare la mitica 'teoria del tutto', un'unica legge universale in grado di comprendere le leggi che regolano il mondo.Chissà se riusciranno nell'impresa.

Francesca Mancuso

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico