Fusione fredda: per l'E-cat domestico saranno necessari anni di attesa

rossi radiazioni

Fusione fredda. L'E-cat domestico è ancora un miraggio: colpa delle certificazioni. A dirlo è lo stesso Andrea Rossi che, in deroga a precedenti dichiarazioni sulle interviste, ne ha recentemente rilasciata una ad una radio statunitense nel corso del programma Tom e Doug Radio Show.

L'utilizzo di un dispositivo del genere in casa, luogo privo di tecnici specializzati, infatti, comporta il rilascio di certificazioni di sicurezza molto difficili da ottenere. Su questo il padre di E-cat è stato più volte esplicito. Ma stavolta ha espressamente dichiarato che questo traguardo si potrà raggiungere solo tra diversi anni.

Il tempo previsto da Rossi è dovuto al naturale percorso, a suo avviso, previsto per la diffusione della tecnologia E-cat nel mondo. Secondo l'inventore infatti, sarà necessario prima che il dispositivo sia un realtà accreditata a livello industriale. Gli impianti da 1MW dovrebbero iniziare a funzionare nel corso di questo 2013, almeno stando a precedenti dichiarazioni in merito, ma poi ci vorrà altro tempo affinché si diffondano.

Solo a quel punto la Leonardo Corporation inizierà uno studio monitorato con l'obiettivo di valutare i rischi per la sicurezza. Nonostante infatti le ripetute rassicurazioni a riguardo, è chiaro che solo sul campo sarà possibile una valutazione concreta di quello che può realmente succedere, al di là delle misure e delle proiezioni svolte all'interno delle mura dei laboratori.

Tuttavia i continui rinvii sullo start-up della tecnologia, dove per le certificazioni, dove per i report indipendenti, fanno crescere l'attesa ma anche i dubbi. In effetti, poi, l'E-cat domestico è probabilmente la versione più attesa dal grande pubblico, che, stando alle parole dell'inventore, vedrebbero crollare le bollette dell'energia. Ma per ora, a quanto pare, tutto rimandato.

Nel frattempo siamo a marzo, mese – lo ricordiamo - in cui scadono i termini per ripresentare la domanda di brevetto europeo negato a novembre per mancanza di dati sufficienti. Anche questo eventuale successo potrebbe accelerare i tempi. Rossi centrerà questo importante goal?

Roberta De Carolis

Leggi anche:

- Fusione fredda: l’Hot E-cat è in ritardo, intanto Celani va in TV

- Fusione fredda, Rossi: l'E-cat di Piantelli non funziona. Ma cresce la preoccupazione per i report indipendenti

- Fusione fredda, E-cat: ulteriore ritardo sui report indipendenti