In Svizzera le tre isole galleggianti che produrranno energia solare

isole solari

Piattaforme circolari galleggianti che seguono il movimento del sole producendo grandi quantità di energia. Sorgeranno in Svizzera le tre isole fotovoltaiche galleggianti progettate dall'azienda energetica Viteos e da Nolaris, spin-off dello Swiss Center for Electronics and Microtechnology.

Il lago di Neuchatel, in uno tratto interdetto alla navigazione, ospiterà queste strutture dal diametro di 25 metri e ricoperte da 100 pannelli fotovoltaici. Ribattezzate Solar Island, le isole sono delle vere e proprie piattaforme galleggianti che ruotano e allineano i pannelli al sole durante l'arco della giornata, per incrementare la quantità di luce assorbita.

I 'ricevitori' fotovoltaici, secondo il progetto infatti, vengono costantemente allineati ruotando di 220 gradi in direzione del sole durante il giorno e ritornando nella posizione iniziale durante la notte. Il prototipo è stato testato negli Emirati Arabi nel 2009 in condizioni climatiche molto difficili e con una precisione molto elevata di 0,02°. In quel caso, l'isola era formata da una piattaforma circolare di 80 metri di diametro, installata su un anello d'acqua posto su un terreno, per consentire alla piattaforma di galleggiare.

isola fotovoltaica emirati

Grazie a questo sistema innovativo sarà possibile evitare di dover dotare ogni ricevitore solare a concentrazione di sistemi di movimento individuali, abbattendo così i costi. In questo modo, non è necessario spostare le varie file di ricevitori solari individualmente e non è necessaria una grande distanza tra i ricevitori solari per via dell'ombreggiamento minimo. Ciò consente di avere una maggiore densità di ricevitori solari, generando una maggiore produzione di energia.

Le tre isole galleggianti che nasceranno in Svizzera saranno pronte nel corso dell'estate di quest'anno e diventeranno operative tra la fine del 2013 e l'inizio del 2014. Attraverso dei cavi, collegati alla terraferma trasmetteranno poi l'energia prodotta direttamente alla rete di distribuzione elettrica.

Francesca Mancuso

Leggi anche:

- I 6 prototipi di stazioni spaziali solari