Una città misteriosa appare dal nulla negli Usa

bakken

È apparso come una città mai vista prima l'insieme di luci immortalato dal satellite Suomi NPP, lo stesso che ha fornito le spettacolari immagini della terra vista di notte, Earth at Night. Una città apparsa dal nulla. Se si da un'occhiata attenta a questa mappa dell'America, come ci si aspetta, le città sono illuminate, i Grandi Laghi e gli oceani scuri, ma se si guarda al centro, dove le luci orientali lasciano il posto alle vuote pianure occidentali, c'è un gruppo misterioso di luci pur non essendo segnalatA sulle cartine alcuna città.

È Bakken, la prova notturna di un boom petrolifero e le luci sono piattaforme o razzi di fuoco di gas naturale. Circa 50 compagnie petrolifere hanno invaso questa regione degli Stati Uniti. Ogni giorno vengono scavati circa otto nuovi pozzi. E le luci apparse nella foto notturna non sono affatto una città.

Sei anni fa, questa regione era praticamente vuota. I pochi allevatori che vivevano qui producevano grano, erba medica, avena e mais. La US Geological Survey sapeva che al di sotto di quelle terre c'erano giacimenti di petrolio ma parecchio in profondità, a 2 miglia dalla superficie.

Poi è arrivato il fracking, la tecnica che attraverso il pompaggio dell'acqua e di altri prodotti chimici frattura la roccia estraendo il petrolio. Una tecnologia piuttosto controversa, che ha permesso alla regione di diventare una sorta di mini-Kuwait nella prateria.

bakken1

Ma cosa genera le luci viste dallo spazio? Quando il petrolio arriva in superficie, porta spesso con sé gas naturale. Secondo il Dipartimento delle risorse minerarie del Nord Dakota, il 29 per cento del gas naturale estratto oggi a Bakken è bruciato dalle torce. Il gas non è così redditizio e le imprese del settore energetico non sempre traggono convenienza dal costruire tubi o sistemi per portarlo via. Così lo lasciano bruciare. Le luci che si vedono dall'alto appunto.

Già, perché ci cono talmente tanti pozzi di gas che bruciano fuochi nella notte da essere visibili addirittura dallo spazio profondo.

Francesca Mancuso

Leggi anche:

- Earth at night: la Terra notturna in HD

Cerca