Fusione fredda, E-cat: Rossi non è più il proprietario della Leonardo Corporation

rossi bologna

Fusione fredda. Si è appreso a Febbrario che il padre dell'E-cat, Andrea Rossi, potrebbe aver venduto la Leonardo Corporation ad investitori di fiducia, non ancora identificati, pur restandone l'Amministratore delegato. Non è chiaro tuttavia se l'inventore mantenga ancora delle quote aziendali o comunque dei diritti proprietari, né le motivazioni di questa scelta.

Rossi aveva recentemente annunciato uno stop alle interviste, spiegando come la decisione fosse stata presa "in accordo con l'intesa finanziaria tra il nuovo partner americano e la Leonardo Corporation", e aveva smentito la collaborazione con la Siemens Ag sullo sviluppo dell'Hot E-cat. Possibile dunque che l'intesa a cui il padre di E-cat si riferiva fosse un accordo di vendita, e che l'acquirente non volesse che lui rilasciasse dichiarazioni né che ci fossero altre società all'interno del progetto. Ma queste per ora sono solo supposizioni.

Quello che è noto per certo è che Rossi aveva già un accordo di licenza per gli Stati Uniti con la start up AmpEnergo, ma questa società è licenziataria per le vendita (nel Nord e nel Sud America), quindi per ora non si hanno elementi per poter ipotizzare che abbia acquisito anche quote di maggioranza dell'azienda produttrice di E-cat.

Possiamo però sicuramente pensare che la cessione sia uno 'stratagemma' di Rossi per proteggersi da responsabilità, o per concretizzare gli sforzi di commercializzazione del dispositivo. L'inventore ha infatti annunciato l'intenzione di produrre unità da 10kW, e di costruire una fabbrica di robot per il loro assemblaggio negli Stati Uniti. Un'altra possibilità è che l'accordo sia un modo per evitare restrizioni legali al finanziamento della società da parte di plurimi investitori.

Tutte ipotesi per ora. Ma lo scenario potrebbe cambiare a breve.

Roberta De Carolis

Leggi anche:

- Fusione fredda: all'E-cat al momento negato il brevetto europeo

- Fusione fredda: l’E-cat presentato al convegno di Pordenone. Intervista esclusiva ad Aldo Proia

- Fusione fredda, Rossi: “L'E-Cat non produrrà altri materiali”

- Fusione fredda, Proia sull’E-Cat: ‘Non abbiamo paura delle lobby dell’energia’

- E-cat: il futuro dell'energia è pulito e illimitato grazie alla fusione fredda. Intervista a Focardi

- Fusione fredda, l’E-Cat di Celani funziona: l’intervista esclusiva

- Fusione fredda, Abundo: “Vogliamo ottenere energia a basso costo”

- Reazione piezonucleare: “Non produrrà energia pulita”. Intervista a Fausto Fiorillo

- Alberto Carpinteri sulla reazione piezonucleare: “Si può sfruttare per prevedere i terremoti”

Cerca