Come costruire un home theater low cost

hometheater

Se vi siete stancati del vostro televisore a 5 stelle e volete cimentarvi in una vera e propria impresa, perché non imparare ad assemblare un sistema home theater fai-da-te? Come ci suggerisce il sito Popular Mechanics, da soli o con l'aiuto di un professionista, l'installazione di questo tipo di impianto non solo è facile, ma anche molto economica. Ovviamente occorre il tempo adeguato e un minimo di know-how per affrontare questo genere di manodopera.

Nei negozi specializzati, è facile imbattersi nel più diversificato mercato home theater. Le aziende, da Microsoft a Apple, solo per citarne alcune, sono in perenne lotta tra di loro per lanciare il più sofisticato congegno della tecnica che ci permetta di trascorrere serate di relax guardando questo o quel film. A seguire, dopo i più sofisticati computer, hanno fatto breccia nel cuore e nelle esigenze degli utenti, i decoder e i lettori DVD. Le uniche oscillazioni previste sono quelle che hanno risposto al prezzo. In base alle caratteristiche, infatti, il costo dei computer è salito o diminuito, ma a ciò ha contribuito anche l'immissione sul mercato di nuovi modelli. Stessa sorte è toccata alle TV che, da semplice elettrodomestico per vedere film e programmi televisivi, è diventata uno strumento per giocare, ascoltare musica e collegarsi a Internet.

Per assemblare il proprio home theater “fatto in casa”, occorre munirsi di alcuni specifici componenti, anche a basso costo o prelevabili da altri dispositivi ormai fuori uso. Una scheda madre Zotac con il chip Atom 330 e Ion GPU possono essere recuperabili da un vecchio computer. Occorre poi aggiungere a un Seagate 160 GB, 2 GB di RAM Rendition, un ITX con alimentatore integrato e una versione di Windows Home Premium. Questa può essere solo un'idea. Ma di soluzioni possibili ce ne sono molte altre. Ad esempio, la scheda può essere Zotac, da inserire in un SilverStone Sugo SG05-B Case Mini-ITX, con disco rigido rinforzato di un 7200 rpm da 500 GB Western Digital Caviar Blue e una memoria raddoppiata con 4 GB.

Confrontare i prezzi dei dispositivi sul mercato è di grande utilità. Per un home theater con questi componenti, infatti, il prezzo può aggirarsi attorno ai 750 dollari, qualcosa come 800 euro. E tutto può essere assemblato con pochi strumenti e in pochissimo tempo, se si considera che l'operazione che ne richiede di più è realizzabile in soli 10 minuti, ossia l'installazione di Windows.

Per quanto riguarda le prestazioni, l'unità zippy e la RAM permettono tempi di avvio più veloci e prestazioni di base molto vivaci. Il passo successivo è la scelta dello schermo. Ovviamente, la decisione cade sull'HD più moderno che permette una visualizzazione più nitida. Per il momento, i dischi Blu-ray non girano molto bene su Windows, anche se in futuro le cose potrebbero cambiare. Quindi, occorrerà procurarsi un software come WinDVD di Corel o CyberLink PowerDVD 10. Un costo accessibile, 50 dollari o 60 euro circa. Altre possibilità sono i codec, necessari per riprodurre molti formati video, seppur non integrati in Windows. È possibile, però, scaricare legalmente il K-Lite Codec Pack da download.com.

E ora che l'home theater è pronto, non resta che procurarsi il fido telecomando. È possibile ottenerne a buon mercato, per il modico prezzo di 30 euro. Ma se si preferisce, si può utilizzare qualcosa di più sofisticato, come Trek-style Lenovo Multimedia Keyboard Star per 60 dollari, circa 70 euro. Buona visione.

Federica Vitale

Leggi anche:

- Motorola presenta Ara, lo smartphone fai-da-te

- Come costruire un bar utilizzando un tavolo Arcade

- Come costruire un basso da un vecchio Commodore 64

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico