In Indonesia i piu' antichi dipinti rupestri: storia da riscrivere?

dipinto indonesia

Sono i più antichi disegni rupestri trovati. Si trovano in Indonesia, nella grotta dell'isola di Sulawesi e sono quattro volte più vecchi di quanto stimato in precedenza. Risalgono infatti a 40.000 anni fa. Pitture dipinte a mano che mettono in discussione la nascita di questa forma d'arte, finora associata all'occidente ed in particolare all'Europa.

I dipinti sono infatti compatibili con quelli più antichi ritrovati in Europa, a lungo considerata il luogo di nascita della pittura rupestre. Il Vecchio Continente ospita le opere più sofisticate nella storia della cultura umana.

Ma queste nuove scoperte potrebbero far riscrivere la storia dell'arte rupestre, secondo Maxime Aubert della Griffith University, l'esperto di datazione che ha condotto lo studio pubblicato su Nature. “Spesso si presume che l'Europa fosse il centro della prima esplosione della creatività umana, in particolare l'arte rupestre, circa 40 mila anni fa ma le nostre date sull'arte di Sulawesi mostrano che circa nello stesso periodo, dall'altra parte del mondo le persone stavano facendo disegni di animali notevoli come quelli delle grotte Ice Age di Francia e Spagna”.

Le immagini preistoriche si trovano in grotte calcaree in prossimità di Maros nel sud di Sulawesi, una grande isola a est del Borneo. Sono costituite da profili di mani umane, realizzati soffiando o spruzzando il colore intorno alle mani premute contro le superfici rocciose, insieme a dipinti di maiali primitivi chiamati babirusas ('maiale-cervo').

Queste immagini antiche sono state segnalate più di mezzo secolo fa, ma non vi era stato alcun tentativo di datazione. Di recente, gli scienziati hanno determinato l'età dei dipinti misurando il rapporto tra isotopi di uranio e di torio in piccole escrescenze simili a stalattiti. Utilizzando questo metodo ad alta precisione, è emerso che i campioni provenienti da 14 dipinti di sette grotte risalgono a un periodo che va da 39,9-17,4 mila anni fa.

Il più antico motivo di Sulawesi datato è ora la prova più antica mai scoperta di questa forma diffusa di arte rupestre. Ciò suggerisce che la genialità creativa necessaria per produrre le belle rappresentazioni realistiche di animali vista in Europa nel Paleolitico, come quelle dei famosi siti di Chauvet e Lascaux, potrebbe avere radici particolarmente profonde all'interno della stirpe umana.

"In effetti, la pittura rupestre e le relative forme di espressione artistica sono state molto probabilmente parte delle tradizioni culturali dei primi esseri umani moderni sparsi in Africa e in Asia e Australia, molto prima di raggiungere l'Europa,” ha detto il co-autore Adam Brumm.