immagine

Sempre affascinante e d’attualità, quello degli UFO è un argomento che interessa moltissimi studiosi e non solo. Tra gli esperti spicca il nome di Margherita Campaniolo, nata ad Agrigento ma residente a Trapani, in Sicilia.

immagine

Un UFO anche nei cieli dell'Abruzzo. L'avvistamento è di due giorni fa, a Silvi Marina, località turistica sulla costa abruzzese. A segnalare l'evento Filippo Benvenuti, imprenditore e appassionato di ufologia, che alla presenza di un secondo testimone ha filmato per un paio di minuti "una serie di oggetti volanti non convenzionali, dotati di una forte luminosità tra il bianco e il giallo, assolutamente silenziosi e senza emissioni fumose, con fattezze analoghe a quelle del classico disco volante. Hanno compiuto evoluzioni seguendo la rotta nord-ovest, sud-est che aeroplani, satelliti o meteoriti - spiega Benevenuti - non avrebbero mai potuto fare".

immagine

"Stai riprendendo? Ma che cavolo è? Guarda le macchine che si stanno fermando!". Lo stupore è di due giovani, nel Viterbese. Hanno visto una palla infuocata in cielo e la prima reazione cerebrale è stata UFO. Un avvistamento in diretta avranno pensato: va ripreso e inviato a tutte le testate giornalistiche locali e nazionali.

immagine

Durante la Seconda Guerra Mondiale, sopra i cieli britannici non volavano soltanto gli aerei della Raf e quelli impegnati nel conflitto. L'equipaggio di un bombardiere dell'aeronautica che sorvolava la costa orientale del Paese, poco lontano dalla Manica, notò uno strano oggetto misterioso, che si affiancò all'aereo senza emettere alcun rumore.

immagine

Verità e mistero, forme di vita diverse, aliene. Saranno questi i temi del convegno “Ufo, un mistero tra cielo e terra”, che si terrà il prossimo venerdì 6 agosto a Terrasini (Pa) alle 21.30.

immagine

Com'è stato vissuto il fenomeno "Ufo" in Russia prima e dopo il comunismo? Il rigore, che ha contraddistinto il regime è stato applicato anche agli avvistamenti. "Non abbiamo mai scritto sul serio di questo argomento perché avevamo un tabù rigorosissimo, censura e organi politici erano attenti a prevenire 'scemenze' che potessero offuscare con 'sensazioni da quattro soldi' la mente dei lavoratori sovietici" spiega Mikhail Zakharchuk, direttore del Bollettino di informazioni del ministero della Difesa.

Pagina 49 di 53

Cerca