Cerchi nel grano: un pentagramma in Kazakistan visto da Google Earth

cerchi nel grano kazakistan

Un enorme pentagramma è apparso in un luogo remoto del Kazakistan. Non è detto però che si tratti di una 'creazione' recente. Come è stata scoperta? Merito, si fa per dire, di Google Earth che nel suo immenso archivio di immagini conservava anche il cerchip nel grano a forma di pentagramma.

Gli amanti delle teorie del complotto avranno pane per i loro denti. L'enorme stella a cinque punte occupa la riva meridionale dell’Upper Tobol Reservoir, il fiume che attraversa varie regioni dell’est Europa. Il pentagramma ha un diametro di circa 366 metri ed è apparso in questa regione settentrionale del Kazakistan.

Chiamato pentacolo dagli appassionati di simbolismo, esso è stato inciso nella superficie della Terra. Da chi? È questa la domanda che ha acceso la curiosità.

La stella a cinque punte circondata da un cerchio è stata vista chiaramente su Google Earth. Chi è stato sul posto può giurare di non aver visto segni di presenza umana nella zona. L'insediamento più vicino è la città di Lisakovsk, che si trova a circa 20 km. La regione che circonda Lisakovsk è ricca di antiche rovine archeologiche. Insediamenti dell'età del bronzo e cimiteri - molti dei quali devono ancora essere esplorati - punteggiano il paesaggio spazzato dal vento.

Il pentacolo è un antico simbolo usato da molti culture e da gruppi religiosi, nonché da satanisti. È stato adottato dalla Mesopotamia, dai seguaci di Pitagora, da cristiani, massoni e aderenti alla Wicca.

Il pentagramma kazako di certo non è la prima scoperta strana effettuata con Google. Incisi sul pavimento del deserto del New Mexico sono vi sono due grandi diamanti circondati da una coppia di cerchi sovrapposti.

Emma Usmanova, archeologa che da tempo studia l'area di Lisakovsk, ha una spiegazione sul misterioso simbolo: “È il contorno di un parco a forma di una stella” ha detto a LiveScience. “La stella è un simbolo popolare in epoca sovietica (il Kazakistan era una parte della ex Unione Sovietica fino al suo scioglimento nel 1991). Le stelle sono state spesso utilizzate in tutta l'Unione Sovietica per decorare facciate di edifici, bandiere e monumenti”. Secondo l'archeologa, potrebbe dunque trattarsi di tracciati creati ai tempi dell'Unione Sovietica ben visibili attraverso le foto aeree.