Lochness ha un gemello in Alaska

lochness

La leggenda di Loch Ness ha cambiato latitudine e si è trasferita nelle terre selvagge dell'Alaska. Le segnalazioni della presenza di un "mostro" marino nella baia di Cadboro risalgono a decenni fa. Addirittura, la prima volta che fu avvistato era il 1937. All'epoca, qualcuno caldeggiò la presenza di un esemplare dalla pancia simile a quella di una balena. Seguirono foto e video per testimoniare avvistamenti al limite della suggestione.

Il mostro marino dell'Alaska ha scalato gli onori delle cronache grazie ad un video filmato da alcuni pescatori nel 2009 e oggi diffuso da Discovery Channel. La creatura sarebbe lunga dai 6 ai 9 metri e sarebbe caratterizzato da varie gobbe sulla schiena. Quando fu avvistato, nuotava nelle acque della baia.

Gli abitanti della regione sono avvezzi a queste creature che popolano le leggende marine del Nord Pacifico. E ovvi sono stati i rimandi e le similitudini al più popolare mostro scozzese, Nessie. "Secondo me, le immagini sono autentiche", afferma con forza Paul LeBlond, ex capo del Dipartimento di Scienze della Terra e dellOceano dell'Università British Columbia.

Letteralmente, significa "rettile di Cadboro". Il Cadborosaurus è un serpente di mare presente nel Nord Pacifico. Viene descritto come un rettile dal lungo collo, testa simile a quella di una cavallo, occhi grandi e molte gobbe sul dorso che ricordano le pinne di uno squalo.

"Sono abbastanza impressionato dal video", continua LeBlond, il quale sottolinea come l'animale sia molto simile ad un plesiosauro, una specie di rettile marino risalente a 180-190 milioni di anni fa e i cui resti furono rinvenuti in Inghilterra e in Germania. Nel 1937, quando fu avvistato per la prima volta, fu ritrovata una carcassa nello stomaco di una balena. I resti, portati al Provincial Museum dello stato canadese del Victori, fu analizzato dai tecnici che decretarono si trattasse del feto di una balena e non di un serpente. Della carcassa non si seppe più niente, ma gli esami, mai più ripetuti, furono messi in dubbio.

Non ci sono dunque prove certe dell'esistenza del Cadborosaurus. Alcuni esperti di criptozoologia, la scienza che studia gli animali di cui esistono solo racconti vaghi e foto poco definite, stanno cercando di dimostrare l'esistenza del misterioso animale marino, simile ad un'enorme anguilla. Per LeBlond, invece, non può che trattarsi di un rettile poiché "oscilla verso l'alto e il basso, su un piano verticale, non verso i lati come fanno i pesci".

Federica Vitale

Cerca