Troppe rughe? È colpa dell'iPhone

rughe

La vanità è donna. Molto più spesso si ricorre al chirurgo plastico per dare un'aggiustatina qua a là, o per far sparire le microscopiche rughe che solo noi intravediamo allo specchio. Ma sapete cosa concorre a non rendere perfettamente liscia la pelle del nostro viso? L'uso frequente degli smartphone.

Proprio così. Anche prima dei 40 anni, la pelle è solcata da piccole rughe, legate secondo un chirurgo plastico inglese, allo sforzo compiuto per leggere nei piccoli schermi.

E a lanciare l'allarme non è stato un medico qualunque, ma il dottor Jean-Louis Sebagh, responsabile, almeno in parte, del viso sempre giovane di Cindy Crawford, il quale ha spiegato che chiunque utilizzi un Blackberry o un iPhone ha "la tendenza naturale di strizzare gli occhi" per leggere i messaggi sullo schermo del telefono. In questo modo, secondo il luminare della bellezza "si sviluppano delle sottili rughette di espressione fra le sopracciglia, che possono essere facilmente eliminate con delle leggere iniezioni di botox fatte da un esperto".

A confermare quanto sostiene Sebagh è stata anche l'estetista Nichola Joss, che ha notato un aumento delle rughe nelle sue clienti negli ultimi 18 mesi. Tuttavia, la Joss propone come alternativa al botulino un massaggio quotidiano fai-da-te al viso.

Forse, prima di ricorrere alla cura, bisognerebbe cercare di eliminare o quantomeno ridurre il probelma alla radice. Se vogliamo rimanere belle, basta non rimanere tutto il giorno incollate al nostro smartphone, non credete?

Francesca Mancuso

Cerca