Luca Parmitano, prima intervista dallo spazio

luca diretta

Luca Parmitano, in diretta dalla Stazione Spaziale Internazionale. Prima "Inflight call" per l'astronauta italiano che ha raccontato ai giornalisti italiani i suoi primi giorni a bordo della ISS.

Dal modulo Columbus, Parmitano ha parlato delle difficoltà della vita in orbita ma soprattutto dell'emozione continua di trovarsi nello spazio. L'adattamento è stato semplice, racconta. Nessun problema per l'astronauta italiano, che dal 29 maggio è nello spazio.

Nessun momento critico, ma solo attimi di gioia. Il più bello in assoluto, almeno finora, è quello in cui Parmitano è entrato per la prima volta nella Stazione e ha incontrato i compagni. Tra essi Cassidy, che in onore del collega, ha tagliato a zero i capelli: "Sicuramente il taglio di capelli del mio collega mi ha stupito, non lo sapeva nessuno, è un bel gesto di amicizia" racconta.

E col suo inconfondibile accento siciliano, Parmitano confessa: "In ogni momento libero vorrei guardare fuori dalla finestra e ammirare il nostro mondo". E poi la possibilità di muoversi in tutte le direzioni all'interno dell'avamposto spaziale è un'esperienza a cui ci si abitua facilamente. "Qualcosa che vorrei riportare a Terra è il messaggio di libertà che abbiamo qui sulla stazione, questa sensazione di libertà" dice.

E parla poi della sua prossima passeggiata spaziale, che si svolgerà probabilmente a metà giugno, prima dell'aggancio del modulo ATV-4 con i rifornimenti per l'equipaggio della ISS.