Luca Parmitano: il primo astronauta italiano che andra' a passeggio nello spazio

luca parmitano volare

Porterà Volare nello spazio, Luca Parmitano. Durante la missione, il cui nome e il logo sono stati scelti e disegnati da due giovani italiani, effettuerà due passeggiate spaziali (spacewalks). Sesto italiano ad andare nello spazio e quinto a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS), l'astronauta siciliano partirà dal cosmodromo di Baikonur, in Kazakistan, a bordo della navicella Soyuz TMA-09M, il 29 maggio.

Durante i sei mesi che trascorrerà in orbita, Parmitano, Maggiore e pilota sperimentatore dell’Aeronautica Militare e astronauta Esa, sarà impegnato in molti esperimenti scientifici sia per l'Agenzia spaziale europea che per quella italiana. Quella dell'astronauta italiano sarà la prima missione di lunga durata che la Nasa ha assegnato all'Asa in base ad un Memorandum bilaterale diretto tra le due istituzioni, e per il quale l'Italia ha fornito all'ente spaziale statunitense tre moduli pressurizzati abitativi (MPLM – Multi Purpose Pressurized Module) e il PMM (Permanent Multi Purpose Module) per la ISS.

A passeggio nello spazio. L'ufficialità delle spacewalks sarà data l'8 marzo prossimo dalla Nasa. E Parmitano sarà il primo astronauta italiano e il terzo europeo a volteggiare al di fuori della Stazione Spaziale per effettuare le cosiddette Attività Extraveicolari. Durante l'intervista che ci ha rilasciato qualche giorno fa, Parmitano ha parlato dell'addestramento, un impegno che dura circa 2 anni e mezzo e che prepara ad affrontare le sfide che un viaggio nello spazio può porre.

E racconta: "Consiste inizialmente in una serie di lezioni teoriche che servono a preparare l'astronauta ai vari componenti della Stazione; poi prosegue con l'addestramento pratico nei simulatori. Le aree di lavoro sono molteplici: ci addestriamo a lavorare nei vari settori dell'ISS (Americano, Russo, Europeo e Giapponese), alla loro manutenzione; a lavorare ai vari esperimenti presenti durante la spedizione (a bordo dell'ISS sono presenti, in un dato momento, anche più di 100 esperimenti, molti dei quali dell'ESA e dell'ASI); a rispondere alle situazioni di emergenza, per mettere l'equipaggio e la Stazione in sicurezza; a effettuare Attività Extraveicolari (le cosiddette "passeggiate spaziali") con lo scafandro; a operare attraverso il braccio robotico Canadarm2; e, nel mio caso, mi addestro anche come copilota della navetta Soyuz, il che vuol dire che devo essere pronto a effettuare in maniera manuale tutte le fasi più importanti del volo. Come pilota dell'Aeronautica Militare (sono un Maggiore tutt'ora in servizio) questo è uno dei ruoli che rendono più interessante la missione!"

Un'agenda fitta di impegni la sua. Dopo le visite nei convitti di Roma e Napoli di ieri, e quella di Torino di oggi, Parmitano domani sarà di nuovo a Roma. Sarà possibile incontrarlo alla Libreria Assaggi alle ore 15.

Francesca Mancuso

Leggi anche:

- Luca Parmitano: intervista all'astronauta italiano che a maggio partirà per lo spazio

- Luca Parmitano portera' le lasagne italiane nello spazio

- Samantha Cristoforetti: è la prima italiana nello spazio

Cerca