Apple lancia i nuovi Mac mini in alluminio unibody

immagine

Arriva il Mac Mini. Apple annuncia oggi la nuova generazione di sistemi con chassis in alluminio con processo 'unibody': un tratto distintivo dei portatili firmati Cupertino.

Il nuovo Mac è quadrato con lato di 19,7 centimetri ed uno spessore di 3,6 centimetri. Si differenzia dai modelli precedenti per la presenza di un alimentatore integrato, "che permette di eliminare l'unità esterna piuttosto ingombrante (nei modelli precedenti il solo alimentatore era grande quasi la metà del sistema)". Inoltre, il pannello inferiore è stato studiato per essere rimosso facilmente dall'utente, in modo ta poter aggiornare facilmente l'hardware.

Ma non è tutto, e le novità riguardano anche il versante connessioni I/O. Infatti, accanto alle tradizionali porte USB 2.0 e Mini DisplayPort, il Mac mini "dispone di una porta HDMI e ospita un lettore di schede di memoria SD card".

Aggiornamento moderato invece sul fronte hardware. "La configurazione base prevede un processore Intel Core 2 Duo a 2,4GHz, il controller grafico NVIDIA GeForce 320M, unità di storage da 320GB e 2GB di memoria RAM di tipo DDR3". Così, al momento dell'ordine, l'utente può scegliere un quantitativo di memoria RAM fino a 8GB e un disco fisso fino a 500GB, con velocità di rotazione pari a 5400 giri al minuto.

Tuttavia, i prezzi compensano l'attributo della new entry di Steve Jobs. Più che mini, secondo quanto si apprende, sarebbero proprio maxi. Due sono le versioni proposte da Apple: Mac mini in versione 'client' "con sistema operativo Mac OS X Snow Leopard e suite iLife, al prezzo di 799,00 euro comprensivi di IVA"; e Mac mini in versione 'server' "con Mac OS X Snow Leopard Server (con processore Intel Core 2 Duo da 2,66GHz, senza unità ottica e con doppia unità di storage da 500GB a 7200rpm)", al prezzo di 1149,00 euro, IVA inclusa.

Augusto Rubei

Cerca