Chi porterà l'astronauta USA sulla ISS?

capsula_soyuz_550

Si moltiplicano negli USA i quesiti sui costi per trasportare astronauti nello spazio ed in particolare sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS). I dubbi si concentrano sul fatto che senza un intervento straordinario del governo, sarà difficile contrastare la Russia, che ad oggi offre il "passaggio spaziale" a 50 milioni di dollari americani.

Qualcuno si chiede se sarà il caso di trovare altri metodi, come quello della compagnia californiana SpaceX, che ha dichiarato di poter scendere sotto la soglia dei 50 milioni, e senza aiuti governativi. "Siamo anzi in grado di garantirlo", ha dichiarato il Presidente della SpaceX Gwynne Shotwell, avvalorando così la prossimità dei viaggi commerciali spaziali e di quelli per turismo.

Comunque sarà, se come previsto il programma Shuttle andrà in pensione entro la fine dell'anno, la capsula russa per tre persone Soyuz sarà l'unico modo per raggiungere la ISS. La Casa Bianca, stretta tra riforme e crisi, spera che le imprese private riusciranno presto ad offrire i passaggi spaziali a "prezzi di mercato" contenendo così la spesa astronautica dei prossimi cinque anni.

Ma tra lobby o addetti ai lavori il dibattito sulla reale possibilità di scendere sotto la soglia di 50 milioni di dollari avanza. Thomas Stufford, astronauta in pensione, ha dichiarato "Quanto è sovvenzionato non si può dire realmente, ma sarà molto difficile scendere sotto il prezzo Soyuz". Così come sostenuto anche da Malcom Peterson, ex controllore Nasa: " difficile creare un tale successo commerciale senza la partecipazione straordinaria del governo".

"Il nostro prezzo deve essere un amalgama dell'interesse nazionale nell'impresa e quanto vogliamo veramente essere in grado di creare un veicolo ed un'offerta commercialmente valida". Peterson ha aggiunto che sarebbe sorpreso se una versione privata degli Stati Uniti sul modello della Soyuz costasse meno di 400 milioni dollari per singolo lancio. Che, considerata la dimensione a tre posti, sarebbe più del doppio di quelli dei moduli russi.

Frank Culbertson della Orbital Sciences Corporation, che ha un contratto con la Nasa per sviluppare veicoli per trasporto di carichi per la ISS, ha calcolato che il costo di una missione tipo Soyuz, potrebbe aggirarsi tra i 300 ed i 400 milioni dollari.

Con il programma Nasa tagliato ed un settore privato che non sembra ancora pronto per portare economicamente astronauti nello spazio, Shotwell ha detto che gli USA dovrebbero preoccuparsi di quanto effettivamente è possibile fare affidamento sulla Soyuz: "Dopo che lo Shuttle andrà in pensione, non è chiaro quale prezzo la Russia potrà chiedere", lasciando intendere un aumento considerevole.

Mario Notaro

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico