gogle car nevada

L'auto del futuro, quella che si guiderà da sola, è già tra noi. Il Nevada ha autorizzato Google a mettere in circolazione la sua auto intelligente. La motorizzazione civile del paese, considerato uno dei più permissivi, ha concesso infatti a Mountain View di far circolare i veicoli con guida autonoma.

auto connessa 

Secondo i risultati di una recente indagine condotta dal dipartimento dei trasporti statunitense, la qualità della guida dei cittadini ha avuto un netto incremento nelle aree in cui è maggiormente diffusa la tecnologia Machine to Machine (M2M), ovvero nelle aree in cui le automobili comunicano informazioni sia tra loro, sia verso l’esterno, costituendo una sorta di rete.

auto salvavita

Non passa weekend purtroppo che ci abitui il lunedì successivo a fare i conti con le vittime della strada. A pagarne il costo più alto, i giovani. Guidare dopo aver bevuto qualche bicchiere di troppo è un grosso rischio, per sé stessi e per quanti sono in macchina con noi o per chi si trova per strada verso lo stesso destino. E molto si tenta di fare con le campagne di sensibilizzazione. Tuttavia, il soccorso degli automobilisti per così dire 'alticci' potrebbe paradossalmente essere una vettura. Occorrerà solo attendere qualche anno affinché queste macchine da fantascienza possano entrare sul mercato.

2046 auto

Chiunque viva in una grande città e guidi un’automobile sa quanto sia difficile trovare parcheggio. È per questo che i designer delle auto del futuro, oltre che su minori consumi, minori emissioni di gas di scarico e maggiori prestazioni, sono al lavoro per trovare nuove soluzioni al problema parcheggio.

auto futuro

Sicura e connessa. Così sarà l'auto del futuro, secondo gli automobilsti intervistati per Accenture. L'indagine ha messo in evidenza che il 90% di chi ha espresso la propria opinione si è soffermato principalmente su due questioni: la sicurezza durante la guida e una sempre maggiore informatizzazione dei veicoli, dotati di connettività e di altri sistemi in grado, ad esempio, di fornire in tempo reale informatizioni sul traffico.

battery 500

Le automobili elettriche sono ormai una realtà, ma la loro diffusione, che potrebbe positivamente incidere sull’inquinamento atmosferico, è limitata da un problema ancora non risolto: la scarsa durata della batteria, che impedisce i lunghi spostamenti assicurati dai carburanti come benzina, gasolio e gas compressi (Gpl, metano). L’Ibm sta cercando di ovviare alla questione, per incentivare questi veicoli ecologici, con lo sviluppo di innovative batterie litio-aria, che assicurerebbero un sensibile incremento dell’autonomia complessiva. Il progetto, chiamato Battery 500 Project, è iniziato nel 2009.

mercedes

Essere connessi, anche in auto. Al Ces c'era anche questo. Un matrimonio inedito quello tra l'auto e internet. Al Salone delle tecnologie, si è aperta una finestra sul futuro, che ha mostrato quali innovazioni vedremo sulle nostre auto, nel giro di qualche anno.

Pagina 13 di 22

Cerca