Gaia2

La scorsa notte il satellite Gaia ha raggiunto il punto Lagrangiano L2, da cui potrà avere una visione ottimale della Via Lattea. Inizia ufficialmente la missione del dispositivo che avrà il compito di realizzare la più dettagliata mappa in 3D della nostra galassia.

iss 2024

Non è una stella luminosa, ma come tale appare se si ha la fortuna di individuarla. Si tratta della Stazione Spaziale Internazionale che potrebbe rimanere in funzione e operativa ancora per una decina di anni. La Casa Bianca, infatti, ha approvato una proroga per il funzionamento della Iss a partire dal 2020 fino al 2024. quanto affermato dagli stessi funzionari della Nasa.

spirit10

Dieci anni fa, i due rover gemelli della Nasa, Spirit e Opportunity, sbarcarono su Marte. Prima arrivò Spirit, il 4 gennaio 2004, dopo un viaggio durato 7 mesi. Il 25 gennaio fu la volta di Opportunity. Ma il primo ha smesso di funzionare quasi tre anni fa. Opportunity invece è ancora al lavoro.

herschel-space-observatory

Di missioni spaziali, questo 2013, ne ha inaugurate diverse. E altrettanto numerose sono quelle che avranno luogo il prossimo anno e negli anni immediatamente futuri. Missioni che ci hanno dato modo di conoscere navicelle e sonde di cui, altrimenti, avremmo ignorato l'esistenza. E, tra queste, ve ne sono state alcune che non hanno portato a buon fine i propri obiettivi, per i più vari motivi.

Gaia satellite

Satellite Gaia: manca una decina di giorni all'inizio della missione vera e propria. Il 19 dicembre l'Esa l'ha infatti lanciato dalla base di Kourou (Guinea francese) alla volta della Via Lattea, e in queste ore il satellite sta attraversando l'orbita terrestre, superata la quale inizierà a mappare in 3D la nostra galassia, utilizzando il più grande telescopio del mondo di cui è dotato. Ha 5 anni di tempo.

Gaia2

La sonda Gaia è partita puntuale alle 10.12 ora italiana dalla base di Kourou. I suoi occhi elettronici osserveranno oltre un miliardo di stelle nella nostra galassia, la Via Lattea. A bordo del razzo vettore russo Soyuz, il satellite si è staccato dal suolo senza intoppi.

Gaia2

Mappare la Via Lattea in 3D, realizzando il più grande censimento stellare mai tentato dall'uomo. È questo l'ambizioso obiettivo della Missione Gaia. Domani il satellite dell'Agenzia Spaziale Europea partirà dalla base europea di Kourou, nella Guiana Francese, con il vettore Soyuz-Fregat.

Pagina 15 di 63

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico