#Italiavasumarte: il 14 marzo al via la missione Exomars alla volta del pianeta rosso

exomars lancio

L'Europa vola su Marte con bordo un pezzo di Italia. Martedì la navicella si staccherà dal suolo, dalla base di Baikonur, in Kazakhstan, per raggiungere il pianeta rosso.

Un traguardo storico per l'Europa e per il nostro paese, presente con la tecnologia Made in Italy dell'Asi e del gruppo Finmeccanica. ExoMars nasce da un'intesa tra l'ESA e l'agenzia spaziale russa Roscosmos.

Il lancio è previsto per lunedì 14 marzo alle 9:31 GMT (10:31 ora italiana) e la prima acquisizione del segnale è attesa per le 21:29 GMT (22:29 in Italia).

razzoExomars

Qual è l'obiettivo di Exomars? Tramite il Trace Gas Orbiter (TGO) e un modulo di ingresso, discesa e atterraggio noto come Schiaparelli, si farà un inventario dettagliato dei gas atmosferici presenti su Marte con particolare attenzione ai quelli rari come il metano.

La missione Exomars è suddivisa in due fasi. Durante la prima il satellite Tgo raggiungeranno l'atmosfera marziana grazie al modulo Schiapparelli, dedicato al celebre astronomo italiano. TGO permetterà di stabilire se il metano provenga da una fonte geologica o biologica ma non solo. Si occuperà infatti anche della ricerca di ghiaccio d'acqua sulla superficie del pianeta. Schiaparelli testerà inoltre le tecnologie chiave in vista delle future missioni dell'Esa su Marte. L'orbiter fungerà anche da satellite per le comunicazioni delle missioni presenti e future verso il pianeta rosso.

Trace Gas Orbiter e Schiaparelli

La seconda fase della missione avrà luogo nel 2018 quando verrà inviato su Marte un rover dotato di uno speciale trapano che perforerà la superficie del pianeta fino a raggiungere i due metri di profondità, a caccia di tracce di vita.

rover exomars

Nei giorni scorsi, a Piazza del Popolo a Roma è stata realizzata un'installazione dedicata alla missione e al ruolo del nostro paese nell’esplorazione del pianeta rosso: un mega schermo di due metri per cinque mostrerà in diretta il lancio e per un mese trasmetterà una simulazione del suolo marziano con il lander Schiaparelli, il modulo di discesa a leadership italiana contenente la stazione meteo Dreams e altri strumenti.

“È oggi un giorno di festa per il settore aerospaziale e per la ricerca di base” ha detto il ministro Giannini. “La ricerca spaziale è la scienza blue sky, orientata ad andare oltre le frontiere ultime, come Marte, ed è la base reale del progresso. Mi piace sottolineare che tre ricercatori di questo team sono donne. E quindi dedichiamo alle nostre ragazze, ed a tutte le giovani donne italiane che vogliono studiare e lavorare nel campo scientifico questa missione spaziale”.

Per seguire il lancio in streaming clicca qui

Francesca Mancuso

Foto: Esa

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

LEGGI anche:

ExoMars 2016: l'Italia sbarca su Marte

Exomars: siglato accordo tra Esa e Roscomos. Nel 2016 si va su Marte

ExoMars: nel 2018 di nuovo su Marte

Pin It
Tags: , ,

Cerca

ravenna2017 300x90