La Iss avvicinata alla Terra. L'Italia nelle foto di Samantha Cristoforetti

StazioneATV

La Iss si avvicina alla Terra. La Stazione Spaziale Internazionale nei giorni scorsi è stata spostata un po' più vicino a casa, abbassando la sua orbita per fare in modo che gli astronauti “pendolari” dalla Terra possano raggiungere lo spazio in meno tempo e per fare in modo che si possa trasportare più carico.

Per farlo, è stata utilizzata la navicella europea ATV che ha permesso di spostare l'enorme Stazione di 2,5 km. Il cosiddetto “deboost”è stato richiesto anche in vista dell'avvicinamento del cargo Progress 58 che porterà materiali e rifornimenti il 17 febbraio prossimo. La velocità è stata -0,69 m/s e la durata dell'operazione è stata di 4 minuti 49 secondi ha precisato la Nasa.

ATV-5 è stato utilizzato per frenare, riducendo la velocità della ISS in modo da farla scendere da sola a un'orbita inferiore, il 28 gennaio scorso alle 19.40 ora italiana.

È la prima volta che un ATV viene usato per diminuire la quota della Stazione. Di solito, al contrario, il supporto propulsivo di ATV per innalzare l'orbita a causa del decadimento regolare (circa 1 o 2 km per mese). Per permettere questa manovra, la ISS è stata girata di 180 gradi in modo che l'ATV, ancorato alla parte posteriore, si trovasse di fronte agli altri moduli con i suoi propulsori diretti all'opposto rispetto alla stazione.

Se l'allineamento sarà corretto, spiega l'Esa che Progress userà meno carburante per avvicinarsi alla stazione e, quindi, potrà portare più carico.

Jean-Michel Bois dell'Esa ha fornito alcune informazioni aggiuntive: “Più alta è l'orbita che si vuole raggiungere, più potente deve essere il lanciatore. In realtà, è vero che questo piccolo cambiamento nell'orbita ISS non permetterà un drastico cambiamento nel carico portato fino alla stazione ma sono in programma molti veicoli nei prossimi mesi”.

La stazione era molto alta negli ultimi mesi (circa 415/410 km). “Questo deboost dell'ATV combinato col decadimento naturale dell'orbita ci porterà lentamente a un po 'sopra 400 km”.

Intanto sulla Iss la nostra astronauta Samantha Cristoforetti ha scattato delle bellissime immagini dell'Italia.

Eccone alcune:

L'astronauta ha fotografato anche la cometa Lovejoy, ormai invisibile dalla Terra.

Francesca Mancuso

Foto: Samantha Cristoforetti e Esa

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

LEGGI anche:

Come si dorme sulla Iss. Ce lo spiega Samantha Cristoforetti

Guasto sulla Iss, falso allarme: il messaggio di Samantha Cristoforetti sui social

Soyuz: viaggio record per la Iss in sole 6 ore

Pin It

Cerca

ravenna2017 300x90