India e USA insieme su Marte

India Marte

L'India è diventata la prima nazione ad inserirsi con successo nell'orbita di Marte al suo primo tentativo. È il traguardo raggiunto dalla sonda Mangalyaan o, più “affettuosamente”, MOM-Mars Orbiter Mission, entrata nell'orbita del pianeta rosso dopo aver percorso oltre 650 milioni di chilometri.

Lo conferma direttamente l'ISRO, ossia l'Organizzazione per la Ricerca Spaziale Indiana. Una manovra assai delicata, quella dell'inserimento nell'orbita marziana, iniziata alle 3:47 (ora italiana) di questa notte.

La missione, dunque, proclama l'India come paese che, attualmente, detiene un vero e proprio potere dello spazio profondo. A maggior ragione se si considera che tutta la spedizione è stata definita “low cost” per i suoi “soli” 74 milioni di dollari investiti, rispetto ai miliardi che caratterizzano le missioni americane.

I funzionari indiani della Space Research Organisation rimangono fiduciosi che Mangalyaan, “Mars Craft” in hindi, è in buone condizioni dopo il suo ingresso nell'orbita di Marte. Un'operazione avviata già lo scorso 17 settembre, quando gli ingegneri spaziali avevano impostato i comandi necessari per l'inserimento.

Gli scienziati dell'ISRO opereranno grazie a cinque strumenti scientifici presenti a bordo della sonda, con l'obiettivo di raccogliere dati. La durata prevista della missione è di sei mesi, dopo di che il carburante non permetterà di proseguire oltre l'avventura marziana.

Con MOM, quindi, sono due le sonde ad aver “violato” l'impenetrabile orbita marziana. In contemporanea, infatti, anche un'altra navicella si addentra sempre più nella sua atmosfera. Si tratta di MAVEN. Dopo aver percorso il suo lungo viaggio, la sonda Mars Atmosphere and Volatile Evolution ha finalmente raggiunto la sua destinazione lo scorso 21 settembre. La navicella spaziale della Nasa ha azionato i suoi sei propulsori che fungono da freni, fino a ridurre la propria velocità da 20.600 a 16.093 km/h. Dopodichè, si è lasciata trasportare dalla gravità marziana, mentre ha sorvolato il polo nord del pianeta.

India e Stati Uniti, dunque, oggi si contendono l'orbita del pianeta rosso. A quando l'appuntamento dell'uomo su Marte?

Federica Vitale

Leggi anche:

- Marte: la missione low cost dell'India

- Maven: la sonda della Nasa alla conquista di Marte

Pin It

Cerca