Satellite Goce, a breve lo schianto sulla Terra

goce

Questione di giorni, poi il satellite Goce dell'Agenzia Spaziale Europea si schianterà sulla Terra. Un rientro controllato, il suo, dopo la fine della sua missione. Ma non sono ancora stati resi noti luogo e ora dell'impatto.

Al momento si sa solo che il ritorno sulla Terra di Goce è previsto, visto che si tratta della normale procedura per i satelliti che completano le loro operazioni in orbita. Potenzialmente, dunque, gli oltre 1000 satelliti che orbitano attorno alla Terra equivalgono a migliaia di tonnellate di futuri rifiuti spaziali. Alcuni di essi infatti rimangono in volo, di altri si perdono le tracce, ma non è il caso di Goce, che a giorni tornerà a casa.

Considerata la mole di spazzatura che orbita attorno alla Terra, i rischi che corre il pianeta sono da non trascurare. Ma per nostra fortuna, la forma sferica non troppo perfetta del nostro pianeta è anche la nostra salvezza e quella dei satelliti. A causa della sua rotazione, come sappiamo, la Terra è leggermente schiacciata ai poli e ha un “rigonfiamento” intorno all'equatore.

Inoltre, ci sono molti altri oggetti che possono disturbare i satelliti artificiali nella bassa orbita terrestre: prima di tutto la luna. Secondo le leggi del moto, l'influenza della luna da sola basterebbe a far schiantare i satelliti contro l'atmosfera terrestre, dove brucerebbero.

Tuttavia, secondo le simulazioni al computer e le analisi di Scott Tremaine dell'Institute for Advanced Study di Princeton e Tomer Yavetz della Princeton University, l'attrazione gravitazionale del rigonfiamento sposta le orbite dei satelliti nel corso del tempo, impedendo all'attrazione della luna e a quella di altre fonti di tirare troppo in una direzione o nell'altra. Se la forma della Terra fosse più vicina ad una sfera perfetta, molti satelliti potrebbero andare in crash nell'atmosfera e bruciare nel giro di pochi mesi o anni. Così non è.

È interessante il fatto che ci sono un sacco di cose che potrebbero destabilizzare le orbite basse della Terraspiega Gregory Laughlin, un fisico dell'Università della California, Santa Cruz, ma per fortuna “abbiamo un buon ambiente per i satelliti”.

E Goce ne è la dimostrazione. Il satellite dell'Esa ormai ha le ore contate, ma è riuscito a portare a termine la propria missione: mappare le variazioni della gravità terrestre.

Francesca Mancuso

Foto: Esa

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

LEGGI anche:

- Il satellite Goce sta per schiantarsi sulla Terra: ecco come seguirlo

- Goce: il satellite europeo che ad ottobre si schianterà sulla Terra

 

Pin It

Cerca