X-37B, posticipata la missione segreta nello spazio

x37b-orbita

È noto per essere il velivolo protagonista della prossima missione segreta nello spazio. Si chiama X-37B, altrimenti conosciuto come Orbital Test Vehicle-3 (OTV-3) ed era stato programmato per partire il 25 ottobre dallo Space Launch Complex 41 della Cape Canaveral Air Force Station, in Florida.

Il lancio è stato posticipato. Si parla di una data: il 13 novembre, probabilmente. Almeno secondo quanto affermano alla ULA, la United Lauch Alliance. Gli addetti ai lavori sostengono che si sta lavorando ai test sul velivolo per dimostrare la possibilità di una futura missione spaziale senza umani a bordo.

Questa è la terza missione per X-37B e, dunque, è anche il terzo riutilizzo dell'aeromobile spaziale. Lo stesso velivolo, infatti, esordì nel 2010. Quel volo durò 225 giorni e in completa assenza di umani a bordo. Solo un autopilota che guidò la navicella sull'Oceano Pacifico, per poi atterrare su di una pista appositamente allestita alla Vandenberg Air Force Base, in California. A questo volo d'esordio seguì una seconda missione che si è conclusa a giugno di quest'anno, dopo 469 giorni.

La navicella, di cui esistono due prototipi, è progettata e costruita da Boeing Government Space Systems. Ognuno misura 8,8 metri per 4,5 di ampiezza. Il ritardo del lancio della navicella procurerà altre due settimane di test sui meccanismi che, finora, non hanno funzionato come ci si aspettava. In particolare, sarebbe stato registrato un abbassamento repentino della camera pressurizzata.

Mentre il razzo Atlas 5, che accompagnerà in orbita la navicella, utilizza un sistema diverso prodotto da Pratt & Whitney Rocketdyne RL-10, sia l'Air Force sia ULA sono stati concordi sul posticipo del lancio della missione.

Il generale William Shelton, comandante dell'Air Force Space, ha chiesto un'immediata indagine per cercare di scoprire le cause che hanno indotto il meccanismo Delta 4 RL-10B-2 a non avere una performance adeguata al lancio imminente. Prassi questa che viene eseguita su tutti i voli Air Force al fine di determinare l'effettivo grado di preparazione del lancio.

Federica Vitale

Pin It

Cerca