Il Sole, mai così vicino

hic red

Hi-C, il potente telescopio della Nasa ha catturato le immagini più nitide del nostro sole nella lunghezza d'onda ultravioletta estrema. La corona solare è stata così immortalata con una precisione senza precedenti.

Grazie allo strumento è stato possibile per gli esperti della Nasa osservare le strutture sulla superficie del sole con una chiarezza di circa 675 miglia e osservare il sole in dieci lunghezze d'onda differenti. Le immagini rivelano infatti i grovigli dettagliati del campo magnetico e la canalizzazione del plasma solare in una serie di strutture complesse.

I membri del team del Nasa Hi C si stanno intanto preparando a recuperare il telescopio a distanza lanciato l'11 luglio scorso. La chiarezza delle immagini potrà aiutare gli scienziati a capire meglio il comportamento dell'atmosfera solare e le sue conseguenze per la Terra.

Il telescopio si è soffermato in particolare su una grande regione attiva del sole, catturando alcune immagini che potranno rivelare la struttura dinamica dell'atmosfera solare con dettagli molto precisi.

"Abbiamo uno strumento eccezionale lanciato al momento giusto", ha detto Jonathan Cirtain, heliophysicist senior del Nasa Marshall Space Flight Center di Huntsville, Alabama. "Per via della intensa attività solare a cui stiamo assistendo in questo momento, siamo stati in grado di concentrarci chiaramente su una area attiva e ricca di macchie solari, raggiungendo i nostri obiettivi di imaging."

Il telescopio ha acquisito dati ad una velocità di circa un'immagine ogni 5 secondi. La sua risoluzione è circa cinque volte più dettagliata rispetto a quella dell'Atmospheric Imaging Assembly (AIA), strumento già molto preciso a bordo del Solar Dynamics Observatory (SDO).

Lo strumento potrà fornire informazioni utili sulla corona solare e sull'attività della nostra stella, che il prossimo anno raggiungerà il picco.

Francesca Mancuso

Pin It

Cerca