SpaceX: la navicella Dragon si aggancia alla ISS

immagine

Space X. La navicella Dragon ha completato i test in orbita e si avvicina alla Stazione Spaziale Internazionale (Iss): in un futuro non troppo lontano sarà possibile fare passeggiate spaziali. Una nuova era di conquista dello spazio sta per iniziare.

La capsula per ora è priva di equipaggio, ma lo scopo sarà quello di usarla innanzitutto per rifornire l’Iss, ma, in un futuro non troppo lontano, anche per portare sulla stazione semplici appassionati dello spazio, all’inizio probabilmente solo ultra milionari, ma successivamente, chissà, magari gente comune. Senza correre troppo con la fantasia, i soldi e le energie spese per questa missione, tradotti in uno straordinario successo, dimostrano comunque come l’interesse verso il turismo spaziale sia ormai una realtà.

Dopo due lanci falliti, finalmente il 22 Maggio Dragon ha lasciato la base di Cape Canaveral (Florida, Usa) ed è entrato in orbita; dopodicchè era iniziata una fase molto critica: Dragon doveva infatti compiere una serie di manovre per dimostrare che la tecnologia era in grado di funzionare come atteso. Se qualcosa non fosse andato come nelle ottimistiche previsioni, gli ingegneri e i tecnici della Nasa avrebbero posto il veto sull’approdo della navicella all’Iss. Ma così non è stato: nelle prossime ore dunque Dragon dovrebbe essere agganciata al braccio robotico della stazione, dando il via alle operazioni di trasferimento del materiale.

Attualmente sono in corso le operazioni di controllo del rivelatore di luce e del sistema di acquisizione dei dati, altre verifiche necessarie prima di dare l’ok all’arrivo definitivo sull’Iss. Quando il bottone sarà schiacciato potremo realmente dire che una nuova era è sulla rampa di lancio.

Roberta De Carolis

Pin It

Cerca